Il fratello di De Gregori in piazza San Fedele

alt L’estate in città
Che agosto funzioni lo dimostra lo straordinario successo che sta ottenendo il “Festival Città di Cernobbio” a Villa Erba, rassegna live che dopo tre concerti viaggia alla media di oltre 1.400 spettatori a serata. L’idea che anche a Como durante questo mese estivo, quasi sempre ignorato dalle precedenti manifestazioni, si dovesse offrire un buon numero di spettacoli di qualità non poteva essere ulteriormente disattesa da “ComoLive”, il nuovo cartellone musicale promosso da Palazzo Cernezzi

.
Già domani, infatti, in piazza San Fedele, alle 20.30, è atteso Luigi Grechi, fratello di Francesco De Gregori. Il cantautore romano – a cui si deve il celebre brano Il Bandito e il Campione – utilizzando per la prima volta il cognome del padre, De Gregori, e non quello della madre, Grechi, come aveva sempre fatto, lo scorso anno ha pubblicato un bellissimo album, intitolato Angeli e Fantasmi, dedicato all’amico e indimenticato promoter Carlo Carlini, molto conosciuto anche a Como.
Nella stessa location, scelta dalla rassegna per celebrare la musica d’autore, arriveranno poi Massimo Olivieri con i Rebus il 16 e Stefano Marelli il 23. Piazza Volta, annullato il concerto di ieri per pioggia, che verrà recuperato a settembre, rilancia domenica 11 agosto, alle 21, con l’atteso live di Daniele Ronda, a Como per presentare le canzoni del suo nuovo album “La sirena del Po”. Se da più parti si dice che proprio Ronda sia l’erede di De Sfroos, non è un mistero che i due si conoscano molto bene. Davide, infatti, ha cantato con l’artista emiliano in un brano del suo precedente lavoro Daparte Folk, e non una canzone qualsiasi, ma la traduzione in italiano della celebre 40 Pass, diventata nel disco di Ronda una pregevole Tre Corsari. In piazza Volta si presenta quindi una buona occasione live per capire quanto davvero i due artisti possano essere considerati in viaggio sulle stesse onde sonore.
Mercoledì 14, sempre alle 21, un altro appuntamento rock imperdibile con le bellissime canzoni del fondatore degli Scisma, ovvero Paolo Benvegnù. Reduce dal successo dell’ottimo Hermann, l’artista milanese offrirà in duo l’abituale intensità sonora e lirica della sua musica, che dal 2004, da Piccoli fragilissimi film, ha preferito viaggiare in solitaria. Un altro appuntamento importante per piazza Volta è quello che il 13 agosto, alle 21, vedrà salire sul palco Laura Fedele, accompagnata in questa occasione da Marco Castiglioni.
L’artista ligure, che in passato ha dedicato due coraggiosi omaggi a Tom Waits e Nina Simone, offrirà come sempre il suo energico show ricco di varietà sonore e virtuosismi vocali.
Domenica 18, alle 21, sotto la statua dell’inventore della pila sarà poi il turno dei Vad Vuc per la presentazione sul Lario del loro recentissimo Hai in mente un Koala?. Con una decina di album alle spalle, in pochi anni il gruppo è diventato un’autentica leggenda del folk ticinese. A testimoniarlo le importanti collaborazioni che hanno dato vita al loro nuovo lavoro: da Finny McConnel dei Mahones a Steve Wickham dei Waterboys, da Stéphane Mellino dei Les Négresses Vertes a Simone Cristicchi, senza dimenticare Fabio Martino degli Yo Yo Mundi che ha curato la produzione artistica.
«Sembra incredibile – ha commentato il cantante della band Michele “Cerno” Carobbio – ma in questo disco è successo proprio così. Praticamente tutte le canzoni hanno un ospite importante».

Maurizio Pratelli

Nella foto:
I Vad Vuc nella formazione che ha dato vita a Hai in mente un Koala?

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.