Il governatore della Lombardia: «Ci penso io»

alt Ieri mattina a Villa d’Este
Roberto Maroni scommette sul piano: «Farò come con le paratie»

Campus universitario al San Martino? Le mille questioni sul tavolo, i dubbi sul progetto e le incertezze su dove scovare i fondi necessari sono stati spazzati via in un attimo, almeno a parole, dal presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, che ieri mattina era a Villa D’Este per il 13esimo forum internazionale su agricoltura e ambiente organizzato dalla Coldiretti.
«Ci penso io», ha sentenziato il governatore.
«Come fatto con le paratie, così sarà anche per il campus. Me

ne sto occupando personalmente. Nessun intermediario, la vicenda è sul mio tavolo ed è a buon punto. Sono soltanto io l’interlocutore».
Non sembra avere incertezze, Roberto Maroni, sul buon esito del piano.
«Ribadisco, ne ho parlato di recente con il presidente della Camera di Commercio Paolo De Santis, il presidente di Univercomo Mauro Frangi e la prorettrice del polo di Como del Politecnico Maria Brovelli – ha aggiunto sempre il presidente Maroni – La Regione Lombardia è disposta a intervenire con alcune risorse davanti a un progetto ben definito che, ho rassicurazioni in tal senso, è praticamente ultimato».
Nella gara contro il tempo avviata per terminare il progetto esecutivo dell’opera entra quindi in scena il numero uno della Regione. Il quale spende la propria autorevolezza a difesa di un’opera tuttora avvolta da molti dubbi e incertezze.
Ma quanto detto ieri al Corriere di Como dal governatore lombardo è inequivocabile. Ragione per cui non resta che prendere atto delle parole di Maroni e attendere nelle prossime settimane che si concluda il primo passo, ovvero la presentazione del progetto al bando Cariplo delle “Erogazioni Emblematiche Maggiori”.
Peraltro, Maroni sa bene che sul tavolo, al momento, ci sono soltanto le riserve di Univercomo – circa 2 milioni di euro – e la speranza di ottenere 5 milioni dalla Fondazione.
«Con i fondi Cariplo e quanto esistente la disponibilità attuale si aggirerebbe attorno ai 7 milioni. Questo a fronte di un piano globale che ne richiederebbe circa 80 – ha detto ancora Roberto Maroni – Ma noi siamo pronti a investire, lo ribadisco. Attendo soltanto di veder chiarito ogni dettaglio del piano, già a buon punto. Sto seguendo la vicenda passo dopo passo».
L’ultima battuta del governatore è stata a commento delle parole di Marco Onofri, direttore generale del Sant’Anna, che fino a due giorni fa non aveva ricevuto notizie né tantomeno progetti del campus.
«Non è un problema. Le aree sono della Regione e io sono il presidente. Deciderò quanto prima», ha chiosato Roberto Maroni.

Nella foto:
Roberto Maroni

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.