Il Governo insiste: "La Svizzera rimane nella lista nera"

svizzeraTensione lungo il Confine in merito ai paradisi fiscali. Posizione netta dell’esecutivo Monti

Non si allenta la tensione tra Italia e Svizzera. Il nodo rappresentato dall’inserimento della Confederazione nella cosiddetta black list dei paradisi fiscali viene anzi, se possibile, stretto ancora di più attorno al collo dei negoziati. Lo ha ribadito in forma ufficiale, mercoledì pomeriggio alla Camera dei Deputati, il sottosegretario alle Finanze, Vieri Ceriani.

 Quest’ultimo, in commissione Esteri – rispondendo a un’interrogazione dei deputati Pd Chiara Braga e Franco Narducci – ha parlato di «situazione di illegalità internazionale in cui si trova la Svizzera per il mancato ristorno del 50% del prelievo fiscale sul reddito dei frontalieri». Ceriani non ha lasciato aperta, per il momento, alcuna speranza sul versante della black list. Maggiori approfondimenti sull’edizione di domani del Corriere di Como

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.