Il libro di Cima in Conservatorio

Da maestri dell’avanguardia come Schoemberg a re del pop come Riccardo Cocciante. Da Bach  ai Beatles. Un’avventura che è l’amore di tutta una vita fra melodie, ritmi e poi strumenti, tecniche e curiosità erudite. Filosofia ed estetica della musica (Eco, Monza 2014, pp. 413, 29 euro) è il nuovo saggio di Alberto Cima, docente e critico musicale lariano, una guida a tutto tondo scritta per chi già conosce la musica e che per chi vuole imparare ad amarla. La passione per le sette note e i pentagrammi «ottimo antidoto contro il male di vivere» viene raccontata in questo volume come pensiero, emozione, conquista della ragione e del cuore al medesimo tempo. In questo enciclopedico manuale a più livelli di lettura, Cima parla sia al colto che al neofita, e si fa intendere sempre. Non è poco. Il libro sarà presentato sabato alle 15.30 al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di via Cadorna a Como. Con l’autore interverrà Maria Proja De Santis. Ingresso libero.

Articoli correlati