Cronaca

Il libro nero dei commercianti

altVendite in picchiata. Lunedì prossimo la giornata di mobilitazione degli esercenti
Una crisi trasversale, che colpisce tutti i settori, con un calo dei consumi del 5,5% nel 2012. In vista della giornata di mobilitazione nazionale degli esercenti, in programma lunedì prossimo, la Confcommercio di Como lancia un allarme per la drastica contrazione delle spese dei lariani. E punta il dito contro «la pressione fiscale, salita al 56%», un livello «insopportabile per le imprese». L’associazione di categoria sta lavorando a un “libro nero” con le testimonianze dirette degli operatori.
Partendo dai dati Istat, l’ufficio studi di Confcommercio ha elaborato un rapporto che mostra l’evoluzione dei consumi sul territorio lariano. I risultati

sono allarmanti.
In provincia di Como, nel 2012, i consumi sono diminuiti del 5,5%. Per rendere l’idea della gravità della situazione, basti dire che nel triennio 2008-2011 le spese dei comaschi erano diminuite dello 0,8%.
Un dato altrettanto significativo è riferito al Pil, il prodotto interno lordo.
È stato calcolato che, per ciascun abitante del territorio, la variazione media percentuale del Pil è passata da un -0,9% del triennio 2008-2011 all’attuale -4,2%, dato relativo al 2012. «La crisi colpisce tutti i settori, senza eccezioni – ha commentato il presidente della Confcommercio, Giansilvio Primavesi – A Como, le aziende del commercio rappresentano il 21,4% del totale delle imprese. In termini numerici si tratta di 10.820 attività, delle quali 4.943 al dettaglio. Una fetta rilevante dell’economia locale che il 28 gennaio farà sentire la propria voce».
La mobilitazione del commercio ha l’obiettivo di attirare l’attenzione sulle difficoltà della categoria. «È necessario che la politica ascolti le nostre istanze, si riavvicini alle imprese e si renda conto che siamo noi l’ossatura dell’economia italiana – sottolinea ancora il presidente Primavesi – In Italia, le aziende del commercio sono oltre un milione e mezzo. A queste si aggiungono le imprese della ristorazione e dei servizi di alloggio: 3.687 nella sola provincia lariana e oltre 400mila in Italia».
I commercianti sono quelli messi maggiormente in ginocchio. «Le attività che vivono della domanda interna sono quelle che stanno soffrendo maggiormente e hanno bisogno di azioni concrete per il loro rilancio – dice ancora Primavesi – Per questo è stata indetta la giornata della mobilitazione nazionale di Confcommercio, organizzata con “Reti Imprese Italia”. Un’iniziativa di protesta ma anche di proposta».
Como aderirà alla mobilitazione e i vertici di Concommercio invitano gli esercenti a partecipare.
«È una giornata durante la quale i problemi reali delle imprese saranno al centro delle iniziative locali – ha detto ieri Graziano Monetti, direttore di Confcommercio Como – Invitiamo dunque tutti gli imprenditori comaschi ad esporre la locandina nei propri esercizi commerciali, per esprimere il proprio malessere. La crisi morde e bisogna agire. Nel 2012, da gennaio a settembre, in provincia di Como il saldo tra aziende nate e cessate è stato nel commercio di -152, delle quali 74 al dettaglio e 49 nel settore della ristorazione e dei servizi di alloggio. Sono dati molto preoccupanti. Bisogna agire subito e integrare l’esigenza del rigore con l’equità e la coesione sociale. Occorre ridurre la pressione fiscale e far riacquistare la fiducia agli imprenditori locali. Il rischio di questa crisi è che si trasformi in depressione sociale».
Perciò Confcommercio ha raccontato il malessere della categoria nel “libro nero” che lunedì sarà consegnato nelle mani del prefetto Michele Tortora.

Anna Campaniello

24 Gennaio 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto