Il marchio regionale “Covid Free”, proposto dal M5S viene bocciato dal centrodestra. Polemica in Regione

Lago di Como dall'alto

Un marchio regionale “Covid Free” da poter esporre come certificazione di un ambiente salubre e sicuro. È una proposta del Movimento 5 Stelle per il rilancio del settore turistico che però è stata bocciata oggi dal centrodestra in Commissione per il “Piano Annuale per la Promozione Turistica e dell’Attrattività”, suscitando polemiche.

«In queste difficili settimane abbiamo recepito le richieste degli operatori del settore. Tutti concordavano sulla necessità di richiedere un marchio regionale “Covid Free”  – ha detto il consigliere regionale del M5S Raffaele Erba – La bocciatura è un fatto assolutamente pretestuoso. Il centrodestra vuole così cancellare ogni riferimento alla pandemia. Nascondere la polvere sotto il tappeto non rilancerà di certo l’economia locale nè cancellerà i gravi errori commessi dalla regione. Per rilanciare il turismo dobbiamo essere responsabili e non possiamo fare finta di nulla».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.