Il Ministero per ora non arretra sulla Zona Rossa. Turba: “La pazienza è finita”

Riguardo il passaggio da Area Rossa ad Arancione, il Ministero della Salute almeno al momento, non sembra voler cambiare colore alla Lombardia.

Corriere.it riporta infatti la nota ricevuta dagli uffici del ministro Roberto Speranza: “I tecnici dell’Istituto Superiore di Sanità e della Direzione Generale del Welfare hanno in corso una interlocuzione e, nelle prossime ore, valuteranno una serie di dati aggiuntivi da parte della direzione Welfare lombarda per ampliare e rafforzare i dati standard già trasmessi nella settimana precedente, ai fini di una rivalutazione in vista della Cabina di regia di venerdì 22 gennaio”.

Situazione che ha mandato su tutte le furie il sottosegretario alla presidenza della Regione Lombardia con delega ai Rapporti con il Consiglio regionale, Fabrizio Turba: “E’ vergogno, c’è voluto il ricorso al Tar per far emergere la verità e cioè che la Lombardia non deve essere in zona rossa. La pazienza dei Lombardi è finita, non vogliamo più essere presi in giro da Roma e pretendiamo che i cittadini possano tornare a lavorare” dichiara Turba.

“Dopo 12 mesi di grandi sacrifici in cui i Lombardi hanno scrupolosamente rispettato tutte le disposizioni del Governo ci chiediamo perchè la nostra Regione deve essere sempre danneggiata, non vorremmo fosse ormai solo una questione politica e culturale caratterizzata dall’astio nei confronti dei Lombardi”, ha concluso l’esponente regionale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.