Franceschini e il ministro tedesco Müntefering a Milano per la conferenza “VigoniForEurope”

Villa Vigoni, centro culturale italo-tedesco a Menaggio

Nelle giornate del 16 e 17 settembre avrà luogo il “VigoniForEurope“, convegno internazionale ideato dal Centro Italo-Tedesco per l’Eccellenza Europea Villa Vigoni di Loveno di Menaggio in collaborazione con i Ministeri degli esteri italiano e tedesco dedicato alle politiche culturali. L’edizione 2019 del VigoniForEurope, promosso con la Triennale Milano dal titolo Re-Thinking Creativity in a Changing Society, si interroga sui nuovi significati della creatività nella società di oggi. L’incontro in Triennale del 17 settembre alle ore 10 verrà inaugurato dal ministro italiano dei Beni e delle Attività Culturali Dario Franceschini e dal ministro di Stato tedesco per la politica culturale internazionale Michelle Müntefering. Così il Ministro Franceschini: “La cultura rappresenta un valore fondante nelle relazioni italo-tedesche. Eredi di una storia secolare di reciproci influssi, oggi Italia e Germania reinterpretano in chiave contemporanea le proprie tradizioni grazie a un dialogo virtuoso fra creatività e territorio, in cui artigianalità delle produzioni e attenzione alla sostenibilità si coniugano nel reciproco rispetto del rapporto tra uomo e natura”.

Così il Ministro Aggiunto Michelle Müntefering: “Created in Europe”: questa è la mia visione per un’industria creativa europea forte e transfrontaliera, e per un’idea di design sostenibile nel mondo. Quest’impulso può venire da Italia e Germania assieme”.

Un modello positivo di cooperazione tra Italia e Germania su cui Christiane Liermann Traniello, Segretario Generale del Centro Italo-Tedesco, si esprime con soddisfazione: “Da sempre Italia e Germania sono unite nel forte convincimento che la cultura debba ricoprire un ruolo centrale nel dibattito europeo. Villa Vigoni, con i suoi quasi 80 incontri l’anno dedicati alla cooperazione tra Italia e Germania, è un esempio concreto della forte volontà dei due paesi di continuare ed approfondire il dialogo proficuo a livello europeo”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.