Il mondo sanitario comasco discute a due anni dalla riforma regionale

Personale sanitario

A due anni dall’avvio di una riforma molto discussa e già in parte rivista – soprattutto sul Lario, dove la suddivisione territoriale non ha retto ai duri colpi della “realtà” e ha costretto la Regione a una marcia indietro sull’ospedale di Menaggio – la Cisl dei Laghi porta al tavolo della discussione praticamente tutti gli attori della sanità comasca. In un convegno – a Villa Gallia, lunedì prossimo 24 giugno, dalle 9 alle 13 – che si annuncia tra i più interessanti mai organizzati su questo tema, proprio grazie alla possibilità di ascoltare in un colpo solo le ragioni e le opinioni della politica, delle strutture sanitarie e delle associazioni d’imprese attive nel settore. Assieme alle considerazioni dei dirigenti sindacali sono infatti previste relazioni dei direttori generali di Ats Insubria (Lucas Maria Gutierrez) e di Asst Lariana (Fabio Banfi). A chiusura della giornata dei lavori, anche un dibattito con ospiti d’eccezione: Mariella Enoc, procuratrice speciale dell’ospedale Valduce; Mario Sesana, presidente dell’Uneba di Como (che organizzaza il settore sociosanitario e assistenziale); Patrizio Tambini, vicepresidente di Confcooperative Insubria; Gianluigi Spata, presidente dell’Ordine dei medici; Dario Cremonesi, presidente dell’Ordine degli infermieri.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.