Il Palio del Baradello punta sulle scuole
Arte, Cultura e spettacoli, Enogastronomia, Società, Turismo

Il Palio del Baradello punta sulle scuole

Palio del Baradello edizione 2018, è già tempo di bilanci.
«Siamo molto soddisfatti», dice la presidente del Palio Laura Bordoli, che ha ospitato il sindaco Mario Landriscina alla cena medievale, uno dei momenti più attesi del palinsesto.
«I comaschi, i turisti e le istituzioni ci sono stati sicuramente molto più vicini che in passato e questo ci fa sperare per il futuro», dice Laura Bordoli. E ora tutti al lavoro per l’edizione numero 39, con lo sguardo però già puntato al 2020, anno del quarantesimo della rievocazione storica in stile medievale.
«Stiamo lavorando per far crescere la manifestazione che sta assumendo sempre piu importanza non solo in Lombardia – dice Laura Bordoli – Abbiamo proprio la sensazione che si sia cambiato passo in modo tangibile. Siamo già al lavoro per l’edizione 39 che già sarà idealmente abbinata al quarantennale che chiederà ancora più impegno».
Tra le proposte operative, quella di promuovere in un unico pacchetto Palio e fiera patronale di Sant’Abbondio, che coinvolgono lo stesso pubblico locale e turistico pur rievocando due periodi storici diversi. «Ho già fatto presente al Comune che si potrebbe in futuro percorrere questa strada, un coordinamento tra i due eventi può essere di giovamento a entrambi – dice Laura Bordoli – Con il Comune in ottobre parteciperemo alla fiera del turismo storico in Trentino e continuiamo a discutere per ampliare il palio e farlo diventare un evento conosciuto all’estero, quale ulteriore strumento di attrazione per la città».
Ma c’è anche un altro progetto che sta a cuore agli organizzatori: «Lanceremo subito il progetto per coinvolgere le scuole – annuncia la presidente Laura Bordoli – Vogliamo arrivare a un palio di bambini con dispute medievali con i liceali, già qualcosa inseriremo nel prossimo anno con una intera giornata per i piccoli e i ragazzi ma l’obiettivo è dare continuità a questa sezione “giovani” del Palio. Cercheremo di avvicinare tute le scuole con programmi diversi, porteremo il nostro Imperatore Barbarossa a parlare di medioevo nelle classi. Il percorso sarà condiviso con il Comune e naturalmente con tutti i docenti. Il Palio ha una forte funzione sociale, come evidenzia anche il successo dei nostri incontri con gli anziani nelle case di riposo, che sono sempre momenti intensi e commoventi».
Sabato prossimo alle 14.30 grande festa finale nelle vie Grassi e Garibaldi e in piazza Volta, ossia in uno dei più suggestivi scorci del centro storico, per bambini e famiglie con animazioni, musica, artigiani medievali e momenti ludici. In caso di maltempo la manifestazione sarà spostata a sabato 29 settembre.

18 settembre 2018

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto