Il Pd: “Don Roberto lascia un vuoto incolmabile”

Fiori nel luogo in cui è stato ucciso don Roberto

Parla di “fortissimo dolore”, di “smarrimento” che ha investito la città di Como la nota diffusa dai vertici del Pd comasco dopo l’uccisione di don Roberto Malgesini.

“Siamo senza fiato – si legge sempre nella nota che ricorda don Roberto firmata da Chiara Braga (deputata del Pd), Federico Broggi (segretario provinciale), Angelo Orsenigo (consigliere regionale), Stefano Fanetti (capogruppo in consiglio comunale), Gabriele Guarisco (consigliere comunale), Patrizia Lissi (consigliere comunale), Tommaso Legnani (segretario cittadino), Matteo Introzzi (segretario circolo Como convalle), oltre che da tutto il Partito Democratico Federazione provinciale di Como – sacerdote e persona di eccezionale umanità che ha scelto di lavorare per strada, accanto agli ultimi e agli emarginati e ai quali non ha mai negato aiuto, amore e misericordia. Schivo e riservato, Don Roberto si è sempre impegnato per i più deboli, senza chiedere nulla per sé. La sua morte, avvenuta in maniera così violenta e insensata lascia tutti attoniti e affranti. In un mondo in cui altruismo, carità e umanità sono risorse sempre più rare e incredibilmente preziose, Don Roberto lascia un vuoto improvviso e tragicamente incolmabile per Como e tutta la nostra comunità”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.