Il Pd sulla variante della Tremezzina «Siamo pronti a un incontro pubblico»

alt La polemica con il Movimento 5 Stelle

(m.d.) «Cogliamo la sfida lanciata dal Movimento 5 Stelle e chiediamo che si organizzi al più presto un incontro pubblico, da tenersi in uno dei comuni interessati, per discutere sull’utilità o meno della variante della Tremezzina. Siamo sicuri che il Movimento 5 Stelle si ricrederà». È la replica del consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri alle parole dell’esponente “grillino” Luca Ceruti, consigliere comunale a Como, che si è detto pronto a «indire un referendum nei paesi maggiormente

coinvolti dalla variante alla statale Regina per far decidere la popolazione» che, secondo lo stesso Ceruti, «è in gran parte contraria a questa opera».
Prosegue insomma il botta e risposta tra il Pd e il Movimento 5 Stelle sulla variante della Tremezzina. L’altro giorno Gaffuri aveva attaccato i grillini chiedendo loro di spiegare ai comaschi perché, in consiglio regionale, avessero votato contro l’emendamento, poi approvato dall’assemblea lombarda, che inseriva di nuovo l’opera nella programmazione del Piano regionale di sviluppo.
Ora Gaffuri ritorna alla carica. «Il Movimento 5 Stelle – sottolinea il consigliere regionale del Pd – non ha spiegato il motivo della sua contrarietà al progetto ma, senza entrare nel merito della questione, sostiene, secondo noi superficialmente, che la gente non vuole questa variante. Riteniamo poco costruttivo e ideologico dire no a priori a qualsiasi nuovo progetto infrastrutturale, soprattutto quando sono gli stessi abitanti della sponda occidentale del lago e le imprese della zona a volerla».

Nella foto:
Luca Gaffuri

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.