Senza categoria

Il Pdl sceglie nuova sede e nuovi nomi

altButti su Etv si schiera con Podestà e Lombardo contro Mantovani
Il Pdl inaugura la nuova sede comasca presentando in una conferenza stampa la sua nutrita pattuglia di candidati per le politiche e le regionali.
Per l’occasione il partito dell’ex premier schiera anche una quaterna di parlamentari, a partire dal coordinatore regionale, Mario Mantovani, tessitore delle candidature azzurre in Lombardia.
«Abbiamo le carte in regola per dimostrare ai nostri elettori quel

rinnovamento che ci è stato chiesto sia a livello locale sia sul piano nazionale». Fiducioso nei sondaggi, Mantovani ha dispensato qualche velenosa battuta verso l’ex alleato Gianfranco Fini («Forse riusciremo a liberarcene») e verso l’arcinemico Antonio Ingroia («Non riesco nemmeno a pronunciarne il nome, non fa parte del nostro linguaggio e della nostra cultura»).
Una buona parte del ragionamento di Mantovani è dedicato alla Regione e al rinnovo del Pirellone, dove la legislatura è finita con due anni di anticipo a causa dei contrasti insanabili con la Lega Nord.
«Abbiamo ceduto a malincuore la candidatura alla presidenza – ha detto Mantovani – ma senza coalizione avremmo subito un declino inarrestabile anche a livello nazionale Ci è costato molto, lo ammetto, ma devo anche dire che con Roberto Maroni abbiamo stilato un programma preciso».
Un programma, aggiunge il coordinatore regionale del Pdl, «che contempla alcune loro iniziative come il mantenimento del 75% delle tasse sul territorio e l’ipotesi di costituire una macroregione, ben sapendo che il percorso per entrambi gli obiettivi è lungo e complesso».
Sì alla Lega, quindi, e al programma del Carroccio. «Ma anche noi abbiamo punti chiari – ha ripetuto Mantovani – a partire dal rilancio dell’occupazione dei giovani. Non possiamo deprimere l’orgoglio del lavoro lombardo». Nel programma Pdl anche la riduzione delle tasse sulle imprese («abbatteremo l’Irap per ogni giovane assunto») e l’agevolazione di innovazione e ricerca.
Il capitolo più difficile, probabilmente, è stato quello relativo all’esclusione di alcuni candidati eccellenti dalle liste del partito.
In particolare, è pesato il no a Giorgio Pozzi, che pure aveva dato la sua disponibilità a correre nuovamente. «Abbiamo stabilito come regola la non ricandidatura di chi avesse alle spalle due o più mandati in consiglio regionale – ha spiegato Mantovani – Mi dispiace per l’amico Giorgio Pozzi ma, come lui, così molti altri consiglieri uscenti di altre province non sono stati inseriti nelle liste».
Ecco, quindi, che la cinquina del Pdl per la Regione è «nuova al 100%» e comprende Alessandro Fermi, Federica Bernardi, Girolamo Simonetta, Simona Saladini e Patrizio Tambini. Quest’ultimo, esponente dell’ala ciellina e vicecoordinatore del Popolo della Libertà fino al commissariamento di qualche settimana fa.
Scontro in Tv
Il difficile rapporto interno al Pdl tra componenti è stato al centro di un duro scambio di battute tra Mario Mantovani e Alessio Butti, senatore ed ex coordinatore provinciale del Pdl, oggi candidato per il Senato nella lista di Fratelli d’Italia.
In un dibattito andato in onda ieri sera su Etv, Butti si è schierato dalla parte del presidente della Provincia di Milano, Guido Podestà, e del presidente di Pedemontana, il comasco Maurizio Salvatore Lombardo, fortemente critici proprio verso la gestione di Mantovani.
Il senatore comasco ha preso nettamente posizione a favore di Podestà e Lombardo, manifestando solidarietà nei loro confronti.

Nella foto:
La foltissima pattuglia dei candidati per le elezioni nazionali e regionali del Popolo della Libertà presentata ieri nella nuova sede di via Col di Lana, a Como (foto Mv)
31 Gennaio 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime news
    Archivio
    Dicembre: 2018
    L M M G V S D
    « Nov    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
    Numeri utili
    NUMERO UNICO DI EMERGENZA
    numero 112 lampeggianti
    farmacia Farmacie di turno farmacia

    ospedale   Ospedali   ospedale

    trasporti   Trasporti   trasporti
    Colophon

    Editoriale S.r.l.
    Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
    Tel: 031.33.77.88
    Fax: 031.33.77.823
    Info:redazione@corrierecomo.it

    Corriere di Como
    Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
    ROC 5370

    Direttore responsabile: Mario Rapisarda

    Font Resize
    Contrasto