Il popolo di Internet premia il nuovo Garbo

garbo_urbaniObiettivo raggiunto. Uscirà in primavera il nuovo album del comasco Renato Abate, in arte Garbo. Si chiamerà Fine e lo firmerà con Luca Urbani dei Soerba. Un risultato reso possibile con una raccolta fondi su Internet, all’indirizzo www.musicraiser.com. Una strada già battuta dal duo in occasione di una precedente pubblicazione, effettuata da Discipline, la loro etichetta discografica. «Questo modo per far partecipare i nostri amici si chiama “crowdfunding”, che in italiano significa “finanziamento collettivo”. Chi vuole unirsi al nostro progetto insieme a noi lo finanzierà garantendosi anteprime, l’album prenotato e personalizzato con tutte le iniziative che noi realizzeremo – dicono gli autori – Tutto questo vi farà nominalmente partecipi, uno per uno, alla pubblicazione di questo album che riteniamo importante».
Poco prima di Natale, la cifra necessaria è stata raggiunta, e Garbo ha ringraziato i fan su Facebook. E domenica 28 dicembre sempre sul social network si è chiesto «se questo nuovo mio e nostro atto pubblico abbia un senso di fronte a tanta potenza cantautoriale diventata stranamente costituzionale». L’accusa è ai tanti “dinosauri” della canzone italiana che impediscono a voci nuove e indipendenti di emergere. «Siamo un Paese che non ha cultura – ha detto ieri al “Corriere di Como” – ed è in sofferenza più di ogni altro in Europa. Paghiamo caro un vuoto che è anche di cultura. Solo in Italia abbiamo fenomeni come Sanremo, dove tutto è ridotto a gara. Senza contare i talent show: tutta la discografia oggi pare dipenda dalle trasmissioni di Maria De Filippi. Però non è così».
L.M.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.