Il “Premio Cairo” slitta alla primavera

L'artista comasco Fabrizio Musa

In passato non ha mancato di segnalare all’attenzione della critica moltissime voci nuove e importanti del panorama artistico lariano come Marco Grassi e Fabrizio Musa e ora il premio “Cairo” torna con la 21a edizione, posticipata causa Covid alla prossima primavera, dal 27 aprile al 2 maggio.

Organizzato dal mensile “Arte” di Cairo Editore diretto da Michele Bonuomo, il concorso si svolgerà nelle sale di Palazzo Reale a Milano. Nato nel 2000 con l’obiettivo di individuare e valorizzare i migliori giovani artisti under 40, mettendo in luce le nuove tendenze non solo negli ambiti artistici più consolidati come la pittura e scultura, ma anche in quelli di videoarte, fotografia, arte digitale, il Premio Cairo rappresenta il riconoscimento d’arte contemporanea per eccellenza del panorama italiano. E un evento ampiamente riconosciuto come importante trampolino di lancio per i nuovi talenti. Info sul sito www.premiocairo.com.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.