Il problema irrisolto delle auto in viale Geno. Carreggiata stretta, ruote sul marciapiedi
Città, Territorio, Trasporti e viabilità

Il problema irrisolto delle auto in viale Geno. Carreggiata stretta, ruote sul marciapiedi

Una strada stretta, dove quando le automobili si incrociano, un veicolo deve transitare sul marciapiedi.
La questione irrisolta di viale Geno torna prepotentemente d’attualità. Il lungolago di levante di Como è stato infatti disegnato con un parcheggio a raso sulla destra, prima del viale alberato, e un largo marciapiedi sulla sinistra, fronte lago. Tra la Funicolare e lo “slargo” del bar Pappafico gli automobilisti sono così costretti a vere e proprie gimkane.
Le auto di oggi, poi, hanno dimensioni sempre maggiori. Così, chi viaggia verso le funicolare, deve salire con le ruote sul marciapiedi. Che nella stagione estiva e nei weekend sono affollati di persone. La situazione della carreggiata stretta era stata segnalata con forza dall’attuale assessore all’Urbanistica, Marco Butti, con tanto di esposto in Prefettura. Era il marzo del 2017, Butti sedeva sui banchi di minoranza.
Un anno e cinque mesi più tardi, lo scorso agosto, si è celebrata la convocazione dal prefetto, del sindaco Landriscina con la polizia stradale e lo stesso Butti. È stata leggermente migliorata la segnaletica, ma non certo risolto il problema.
Da due mesi è così iniziata la battaglia personale di un automobilista, che di mettere le ruote sul marciapiedi non ne vuole proprio sapere.
«Si tratta prima di tutto di una questione di sicurezza» spiega. Ha così scritto a inizio ottobre al sindaco, alla polizia locale e al settore viabilità. Nella sua lettera propone l’eliminazione di alcuni parcheggi o, in alternativa, la riduzione del marciapiedi, fino al divieto alle auto. L’automobilista, che risiede a Casnate, ma frequenta spesso viale Geno, allega anche fotografie che dimostrano inequivocabilmente il problema. «La sera il pericolo aumenta ancora – dice al telefono – Alcuni lampioni non funzionano, altri vanno a intermittenza, si rischia di investire qualcuno quando si è costretti a salire sul marciapiedi».
Dopo tre giorni (la segnalazione online era del 7 ottobre) arriva la risposta del Comune, firmata dall’ingegnere Pierantonio Lorini. Il dirigente spiega che le proposte «necessitano di preliminari valutazioni da parte dei competenti settori: Pianificazione del Territorio, Mobilità e Polizia locale. Provvedo, pertanto, a inoltrare la Sua segnalazione a detti Settori», conclude Lorini. A due mesi distanza la segnalazione resta ancora “lettera morta”.
L’automobilista non vuole però arrendersi.
«La questione mi sta veramente a cuore – spiega il lettore – Così provo a segnalarla anche attraverso il vostro giornale. Chissà mai che si riesca a muovere qualcosa?»

6 Dicembre 2018

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


UN COMMENTO SU QUESTO POST To “Il problema irrisolto delle auto in viale Geno. Carreggiata stretta, ruote sul marciapiedi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto