Il prorettore dell’Insubria: “Sì al nuovo dipartimento di Scienze umane a Como”
Cultura e spettacoli, Territorio, Università

Il prorettore dell’Insubria: “Sì al nuovo dipartimento di Scienze umane a Como”

«Il Dipartimento di Scienze Umane all’Insubria di Como? È una prospettiva molto interessante, ci stiamo lavorando in modo concreto. E tutto fa intendere che si potrà vederlo nascere già all’inizio del prossimo anno. La governance è d’accordo, i docenti interessati sono entusiasti, non si registrano voci contrarie». Parola del professor Stefano Serra Capizzano, professore ordinario di Analisi numerica, Prorettore che affianca colui che dal 1° novembre entrerà ufficialmente in carica come Rettore per i prossimi sei anni, ossia il professor Angelo Tagliabue, ordinario di Malattie Odontostomatologiche e direttore del Dipartimento di Medicina e Chirurgia. Entro quella data, non è azzardato immaginare che il nuovo dipartimento sia annunciato ufficialmente almeno nelle sue linee guida.

«Il dipartimento di Scienze Umane era un sogno del vescovo di Como Alessandro Maggiolini – spiega Serra Capizzano – Lo abbiamo inserito come uno dei punti qualificanti del programma elettorale che ha portato all’elezione del Rettore Tagliabue e che è nostra intenzione attuare al più presto. Del resto era anche un punto del programma elettorale avversario, quindi su questo tema si registra una forte convergenza».
Verrebbe così a riequilibrarsi una disparità storica tra le due sedi di Como e Varese. Como ha due dipartimenti: Scienze e Alta Tecnologia, e Diritto, Economia e Culture. Varese, la Città giardino, può contare sul doppio, quattro. Ovvero Scienze Teoriche e Applicate, Economia, Medicina e Chirurgia, Biotecnologia e Scienze della Vita.
«Sarebbe anche l’occasione per attrarre colleghi che sono in dipartimenti varesini e razionalizzare il corpo docente di ambito umanistico, ora diviso in più dipartimenti – commenta il Prorettore – e oltre a garantire una maggiore armonia tra il corpo docente permetterebbe tra l’altro di convogliare su Como anche canali di acquisizione di finanziamenti esterni, di cui si potrebbe avvantaggiare l’intera Università dell’Insubria, accrescendo il proprio prestigio. Insomma, non ci sono controindicazioni a un progetto del genere e stiamo lavorando affinché al più presto diventi realtà. Auspico che il nuovo dipartimento nasca in armonia con gli altri dipartimenti».

29 settembre 2018

Info Autore

Lorenzo

Lorenzo Morandotti lmorandotti@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto