Il questore: «Controlli rafforzati su tutti i convogli»

L’appello rivolto alle donne: «Di notte viaggiate sui vagoni di testa»
«Abbiamo intensificato la vigilanza sui treni e in tutte le stazioni della provincia. Le indagini proseguono in modo serrato per identificare i responsabili di tutte le rapine denunciate nell’ultimo periodo. Invito tutti i viaggiatori, soprattutto le donne che si spostano da sole, a cercare di evitare situazioni potenzialmente pericolose».
Il questore di Como, Michelangelo Barbato, fa il punto della situazione sull’allarme sicurezza dei treni scattato alla luce dell’escalation di aggressioni delle ultime settimane. In poco più di un mese, sono almeno 6 le donne rapinate durante un viaggio in treno, perlopiù sulla linea Milano- Chiasso. Nei giorni scorsi gli agenti della Polfer di Como – guidati da Michele Pensato – hanno arrestato un minorenne di origine marocchina accusato di 3 dei recenti episodi di violenza. Le indagini però sono tutt’altro che concluse. «Il lavoro degli agenti della Polfer e delle questure di Como e Milano prosegue, anche in collaborazione con i carabinieri – dice Barbato – Abbiamo arrestato il presunto responsabile di alcune rapine, ma l’obiettivo è identificare e bloccare gli autori di tutti i reati. Al momento non possiamo dire se dietro le rapine tuttora impunite, compresa la più recente, vi sia o meno lo stesso autore». Da giorni la sorveglianza è potenziata.
«Abbiamo intensificato i controlli degli agenti in divisa ma anche dei poliziotti in borghese – sottolinea il questore – Gli interventi vengono effettuati soprattutto sui treni più a rischio, ovvero quelli delle fasce serali e notturne, anche se la sorveglianza riguarda comunque in generale tutti i convogli e le stazioni ferroviarie».
Il questore di Como chiede la collaborazione di tutti i cittadini. «Ciascun viaggiatore dovrebbe ricordarsi di alcuni importanti accorgimenti utili per evitare di trovarsi in situazioni potenzialmente rischiose – sottolinea Barbato – Naturalmente, l’invito riguarda soprattutto le donne che viaggiano sole, visto che in tutti gli episodi recenti le persone rapinate rientravano proprio in questa categoria. Quando si viaggia in treno, soprattutto di sera o di notte, è bene occupare le prime carrozze, vale a dire quelle più vicine al punto in cui si trova il personale ferroviario – suggerisce il questore di Como – Molte volte, questo aspetto viene trascurato perché al momento della partenza il convoglio magari è abbastanza affollato ed è soltanto lungo il tragitto, a mano a mano che il vagone si svuota, che il viaggiatore si trova solo e quindi più vulnerabile. In queste situazioni, è importante anche non addormentarsi ed evitare di avere addosso, in bella vista, oggetti preziosi o comunque di valore che potrebbero attirare l’attenzione di malintenzionati. Infine – conclude Barbato – in caso di furti o, peggio, di episodi violenti come rapine e aggressioni è indispensabile far scattare subito l’allarme, in modo che le forze dell’ordine possano intervenire tempestivamente».

Anna Campaniello

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.