Il rapinatore del Milano-Chiasso colpisce ancora: nuova vittima

Paura sui binari – L’aggressione pochi istanti prima che il convoglio si fermasse alla stazione di Carimate. La giovane donna è stata anche ferita a una mano
Una 29enne di Cernobbio si è vista puntare un coltello alla gola dopo che era rimasta sola sul vagone
Ora è davvero un allarme. La scorsa notte, intorno all’1.16, sul solito treno che collega Milano a Chiasso, è andata in scena una nuova aggressione (con coltello puntato alla gola) ai danni di una donna che viaggiava sul convoglio diretto in Svizzera.
L’ennesimo episodio avvenuto su questa tratta dai primi giorni di gennaio ad oggi. Questa volta la vittima è una 29enne di Cernobbio, che rientrava a casa dopo una serata a Milano. La donna è salita sul treno in partenza dal capoluogo meneghino
intorno a mezzanotte e mezza.
Sul vagone non era sola, ma con un’altra donna poi scesa alla stazione di Desio. Poco prima della fermata di Carimate, la vittima è stata sorpresa alle spalle da un malvivente che le ha puntato il coltello alla gola.
La 29enne, sotto shock, è stata costretta a consegnare al rapinatore il cellulare e i pochi euro che aveva in tasca, una cinquantina.
Il treno, nel frattempo, si è fermato proprio nella stazione di Carimate e il malvivente è fuggito approfittando del buio.
Una dinamica praticamente identica all’ultima aggressione di cui si ha notizia, avvenuta ad inizio febbraio. E sono addirittura quattro quelle segnalate in circa un mese sulla stessa tratta, sei se si considerano anche i binari che da Milano portano a Colico. Una escalation, insomma, più che preoccupante. Anche in questo caso, stando al racconto della vittima fornito prima ai carabinieri della compagnia di Cantù, poi alla polizia ferroviaria, il rapinatore sarebbe stato un uomo dell’Est Europa.
La 29enne di Cernobbio, sconvolta per l’accaduto e anche ferita ad una mano probabilmente proprio dal coltello impugnato dall’aggressore, si è poi recata al pronto soccorso per farsi refertare, prima all’ospedale di Cantù poi, in seguito alla lunga attesa, a quello del Valduce.
Il macchinista, informato dell’accaduto dalla stessa giovane, ha immediatamente contattato le forze dell’ordine poi giunte a Carimate, ma al momento del rapinatore del treno Milano-Chiasso non ci sono notizie.
Come detto, quello portato a termine la scorsa notte è l’ennesimo colpo sulla tratta di Trenord.
In precedenza, vittime del malvivente erano state due ragazze italiane e una donna cinese di 60 anni. Fu proprio quest’ultima – da che si ha notizia – ad aprire suo malgrado la serie di aggressioni. La signora, proprio come la 29enne, fu ferita ad una mano con un colpo di coltello mentre tentava di difendere la propria borsa.
Tutti episodi inquietanti ai danni di donne rimaste sole sul vagone, e sorprese di spalle mentre dormivano o erano assorte.

Mauro Peverelli

Nella foto:
Teatro dell’ultima aggressione del Milano-Chiasso è stata la stazione di Carimate

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.