Il ritorno in Brianza di Metta World Peace. Il campione statunitense sarà in visita a Cantù questo pomeriggio

Basket Metta World Peace a Cantù

Metta World Peace, uno tra i più grandi giocatori che hanno vestito la maglia della Pallacanestro Cantù, torna per un incontro con i tifosi del club brianzolo.
L’appuntamento per i sostenitori e per gli appassionati della palla a spicchi è per questo pomeriggio alle ore 16 alla palestra Toto Caimi di Cantù.
L’ex giocatore biancoblù – che ieri era ospite al Salone del Mobile a Milano – oltre ad assistere all’allenamento della prima squadra, si presterà per alcuni minuti per autografi e “selfie” con i presenti, compatibilmente con le esigenze di coach Nicola Brienza e dei suoi giocatori che, al di là del piacevole evento, devono anche e soprattutto concentrarsi sul match di domenica prossima a Venezia.
I numeri del campione statunitense: 991 presenze in Nba, oltre 13mila punti segnati, 4.448 rimbalzi catturati, 2.631 assist. E poi 13 presenze nel 2015 con la formazione brianzola, che conquistò i playoff e che fu eliminata proprio da Venezia non senza polemiche, con una contestata espulsione dello stesso Metta in gara 5.
Presidente all’epoca era Anna Cremascoli, a cui si deve questo blitz dell’indimenticato campione. «Un riferimento per me – dice Davide Marson, attuale numero uno – Sono stato nel gruppo dirigenziale al suo fianco e da lei ho imparato tantissimo: le sarò per sempre grata».
«Ora ha voluto farci questo regalo – aggiunge Marson – visto che è rimasta in ottimi rapporti con Metta World Peace, che in questi giorni è in Italia. Il fatto che questo pomeriggio lo porti da noi è davvero importante e lo colgo come un segnale anche verso la nuova dirigenza, al di là del piacere di rivedere un grande del basket che ha vestito la nostra maglia».
La speranza, che anche lo stesso Marson non nasconde, è che la stessa Cremascoli possa essere a fianco del gruppo che si sta formando per gestire il club non tanto per l’attuale campionato, quanto in prospettiva futura.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.