Accordo tra Como e Brunate per valorizzare il Faro Voltiano

(p.an.) Secondo l’assessore al Patrimonio Marcello Iantorno si può parlare di «passaggio storico». In effetti non è facile trovare un simile accordo tra comuni confinanti. Oggetto del contendere è il Faro Voltiano, monumento di proprietà del Comune di Como (fu eretto nel 1927 per commemorare Volta) ma sul territorio di Brunate, in località San Maurizio.
L’accordo ratificato dalle giunte di Palazzo Cernezzi e del municipio montano prevede che Brunate si occupi della manutenzione ordinaria del monumento e del piazzale. Entrambe le amministrazioni promuoveranno il faro, con visite guidate e collegamenti con gli altri siti voltiani, tutti sul territorio del capoluogo (Tempio Voltiano, Tomba di Volta e, a breve, anche The Life Electric).
Verrà studiato anche un biglietto unico per il circuito legato al grande scienziato inventore della pila.
Brunate per il primo anno dei cinque in cui è valida la convenzione tratterrà tutti gli introiti del biglietto di ingresso al monumento, dal secondo anno in poi gli eventuali utili di gestione saranno suddivisi tra i due enti.
«Senza il coordinamento e la collaborazione non è possibile rilanciare questi beni – sottolinea Iantorno – È prevista anche le custodia del luogo, mentre il Rotay Club Como si occuperà della sostituzione dell’impianto di illuminazione  attraverso un sistema di faro ruotante a luci led che rappresenta una assoluta novità nel campo della segnalazione marittima».
Un progetto che si collega anche questo all’Expo con le altre iniziative in corso per ricordare al mondo il grande comasco.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.