Il Sant’Anna punta a 2mila parti entro fine anno

altNuovo ambulatorio a Mariano Comense. Corsi per le gestanti a San Fermo

Un ambulatorio dedicato alle donne all’ospedale di Mariano Comense, nuovi corsi pre-parto nel presidio di San Fermo della Battaglia, un call center ostetrico per dare informazioni ed effettuare prenotazioni. L’azienda ospedaliera Sant’Anna punta all’obiettivo 2mila lieti eventi nel 2013 e potenzia i servizi a misura di mamme e bebè.
Il ritorno dell’Ostetricia al Felice Villa di Mariano è una novità assoluta.
Chiuso il nido ormai da 15 anni, da tempo era stato cancellato anche l’ambulatorio

ginecologico.
«Avevo detto che l’azienda non avrebbe trascurato Mariano e questo nuovo servizio è una prova concreta del nostro impegno – ha detto il direttore generale di via Ravona, Marco Onofri – Abbiamo voluto riportare al Felice Villa un’attività sospesa da tempo. È un modo per rispondere alle esigenze delle future mamme e di tutte le donne».
Ogni lunedì pomeriggio, all’ospedale di Mariano sono attivi un ambulatorio ostetrico-ginecologico e uno gestito direttamente dalle ostetriche per le gravidanze a basso rischio. «La prenotazione avviene come in tutti gli altri casi, tramite il call center regionale o il nostro centro di prenotazione interno – spiega Patrizia Figini, direttore medico del presidio di Mariano – Abbiamo voluto ricominciare un percorso di integrazione delle attività aziendali che si era interrotto. In questo territorio, parte della popolazione nel recente passato ha scelto altri ospedali. Ora speriamo di riportare le future mamme verso la nostra azienda mettendo il paziente al centro e i professionisti a ruotargli attorno».
L’ambulatorio di Mariano si aggiunge a quelli già attivi a Cantù.
«Anche dopo la chiusura del punto nascita – spiega Renato Maggi, direttore del dipartimento materno-infantile del Sant’Anna – non abbiamo affatto abbandonato il Sant’Antonio Abate di Cantù – Abbiamo mantenuto il servizio ginecologico con due ambulatori settimanali e l’attività chirurgica. Per quanto riguarda l’assistenza alla gravidanza, abbiamo i corsi pre-parto e un ambulatorio per accompagnare le donne che hanno appena partorito e non lasciarle sole nell’avvio del loro percorso».
In materia di preparazione al parto, una novità è l’avvio di un nuovo corso al Sant’Anna, attività che si affianca a quelle già attive quotidianamente a Cantù. Il primo ciclo di incontri è iniziato il 9 ottobre e le “lezioni” si svolgono dalle 17 alle 19, un orario che, nelle intenzioni, dovrebbe favorire anche i futuri papà.
Una novità dedicata alle donne è anche il call center ostetrico-ginecologico, attivato nell’ambito dell’ambulatorio della gravidanza. Le pazienti che hanno bisogno di informazioni o devono prenotare ecografie, controlli in gravidanza, tamponi, visite anestesiologiche o ostetriche e colloqui e test di diagnosi prenatale, anziché utilizzare i canali di prenotazione generali possono telefonare al numero 051.585.9315.
Il servizio è disponibile martedì, mercoledì e giovedì, dalle 9 alle 13, e alle chiamate risponde in ogni caso un’ostetrica o un’infermiera qualificata.
«I parti al Sant’Anna sono in aumento a fronte di una media regionale che segna un calo del 3% – conclude Maggi – Non possiamo ancora dire con certezza se lo raggiungeremo, ma siamo vicini all’obiettivo di 2mila nascite nel 2013. È un ottimo segnale di gradimento del servizio offerto e della qualità dell’assistenza alle pazienti».

Anna Campaniello

Nella foto:
I vertici del Sant’Anna con il sindaco di Mariano, Alessandro Turati, alla presentazione del nuovo ambulatorio (foto Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.