Il sindaco Bruni: «Piena fiducia nei magistrati»

L’inchiesta
Poche parole per ribadire la «piena fiducia» nella magistratura e per sottolineare che «il sindaco è il primo a chiedere che sia fatta chiarezza». È stringato il commento di Stefano Bruni sull’inchiesta avviata dalla procura lariana nell’ambito della quale risultano indagati Antonio Viola, dirigente comunale del settore Reti, impianti tecnologici e Protezione civile, e Stefano Ferrari, amministratore dell’impresa edile “Selva Mercurio”.
Le ipotesi di reato ruoterebbero attorno

al falso in atto pubblico e alla turbativa d’asta. Al centro dell’indagine vi sarebbero le dichiarazioni di conformità che attestano le capacità tecniche e finanziarie delle ditte, certificazioni necessarie per ottenere appalti pubblici.
«Come ho già detto nei giorni scorsi – ha precisato ieri Stefano Bruni – ho piena fiducia nel lavoro dei magistrati. E di fronte a indagini che coinvolgono l’amministrazione il primo a chiedere che sia fatta chiarezza è proprio il sindaco. Ora lasciamo che la Procura porti a termine il proprio lavoro e poi potremo fare tutte le opportune valutazioni».
«Sto al mio posto e non ho nulla da nascondere – ha detto ieri dal canto suo l’ingegner Viola – Continuo a lavorare in Comune, anche se non è facile essere sereni, visto che c’è un’indagine della magistratura, verso cui ho il massimo rispetto».

Marcello Dubini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.