Il tartufo nero del Comasco protagonista a Tavernerio

Cultura gastronomica

L’Associazione Tartufai Lariani è nata nel 2011 come prosecuzione naturale del preesistente Coordinamento Tartufai Lecchesi, nato nel 2009 dall’incontro di un gruppo di amici, che condividono la stessa passione per il mondo del tartufo.
Tra gli scopi dell’associazione ci sono la difesa, il recupero e l’incremento delle tartufaie naturali, come anche la tutela e la valorizzazione del territorio tartufigeno del bacino lariano.
Lo studio e la biologia del tartufo e dei funghi ipogei

e, allo stesso tempo, la divulgazione e promozione della conoscenza del mondo del tartufo sono anch’essi aspetti fondamentali nell’attività dell’associazione.
Per chi vuole approfondire la conoscenza del mondo del tartufo, è in calendario stasera una degustazione a tema sotto l’egida dell’associazione, sodalizio che si propone come punto di riferimento anche con corsi di formazione tecnico-scientifica e con approfondimenti in sede.
L’appuntamento odierno è dedicato al “Tartufo nero del Lario” ed è in programma, alle 20, allo spazio Tukasa di via Briantea 1 a Tavernerio, alla presenza di esperti raccoglitori e in collaborazione con Eatable (ulteriori informazioni al numero 031.428926).
Narrazione gastronomica e scelta dei vini sono a cura del sommelier e docente dell’Università di Parma, Paolo Tegoni.
Cena e degustazione con vini costano 30 euro; invece per la sola degustazione di aperitivo e dolce si spendono 12 euro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.