Cronaca

Il toner costa troppo, in Biblioteca non si fanno fotocopie

altSaltano le stampate dei documenti su microfilm. L’alternativa è “comprare” il file ma costa 2,70 euro
Il toner della stampante della sezione microfilm della Biblioteca di Como è esaurito da oltre 3 settimane e per gli utenti è impossibile stampare i documenti di cui hanno bisogno. Resta attiva l’opzione “chiavetta”, che comporta però un costo di 2,70 euro per ciascun file salvato rispetto ai 22 centesimi richiesti per un foglio.

Il problema, emerso nelle scorse ore, riguarda esclusivamente la sezione in cui sono conservati i microfilm, un particolare supporto sul quale sono archiviati i vecchi quotidiani, difficilmente consultabili nella forma cartacea. Gli utenti che accedono a questo specifico settore della struttura di piazzetta Lucati devono da tempo fare i conti con l’impossibilità di avere una stampa delle pagine consultate.
Il disagio, secondo quanto riferito dagli stessi operatori della Biblioteca, dipende dall’esaurimento del toner della stampante. Un problema apparentemente banale, che potrebbe essere risolto in pochi istanti semplicemente sostituendo la cartuccia ormai senza inchiostro.
L’acquisto del nuovo toner deve però essere fatto dal Comune che, al momento, non ha fatto sapere ai funzionari della Biblioteca se e quando consegnerà il pezzo di ricambio. Nell’attesa, gli utenti che hanno bisogno di un documento sono costretti a pagare 2,70 euro per trasferire su supporto digitale il testo. «Abbiamo effettivamente un problema con la stampante dei microfilm – dice Licia Viganò, funzionario amministrativo responsabile della Biblioteca di Como – Stiamo parlando di un tipo di macchinario particolare, che può essere collegato all’apparecchio dei microfilm. Cambiare il toner costa 253 euro e stiamo aspettando la fornitura da tempo». Il toner dev’essere consegnato da Palazzo Cernezzi. «Da tempo, la maggior parte degli acquisti avviene in modo centralizzato – spiega Viganò – La Biblioteca ha la massima autonomia per l’acquisto dei libri e di altri prodotti, ma non per la cancelleria e la manutenzione. Su questo fronte non possiamo muoverci liberamente e dobbiamo affidarci al Comune. Recentemente abbiamo messo in pratica una razionalizzazione delle stampanti, ma quella dei microfilm non può essere sostituita». Al momento, non è possibile sapere con certezza quando il problema potrà essere risolto.
«Dipende dalla disponibilità di bilancio, che in questo momento è strettamente legata ai tagli e al ridimensionamento degli stanziamenti – dice ancora Licia Viganò – L’unica possibilità è trovare una soluzione alternativa finché il problema non sarà risolto. Quello che possiamo fare è farci carico di mettere i file su una chiavetta interna senza spese per l’utente. Stamperemo poi su un’altra apparecchiatura il documento, chiedendo all’utente la somma di 22 centesimi. Garantiremo questa alternativa finché non sarà sostituito il toner, in modo che il problema non gravi sull’utente. La richiesta di consultazione di microfilm, peraltro, è limitata, nell’ordine di circa 80 in un anno».
A fronte di un nuovo disagio, c’è una buona notizia per gli utenti della Biblioteca. Dopo quasi 3 mesi di chiusura, è stata riaperta la sala studio al pianterreno. L’accesso al locale, molto utilizzato dagli studenti, era stato vietato in seguito all’incursione di vandali che avevano danneggiato tavoli e arredi. L’amministrazione comunale aveva deciso di prendere una posizione forte e aveva messo la sala off-limits in attesa che i responsabili dei danni si facessero avanti.
Nei giorni scorsi, i responsabili hanno comunque deciso per la riapertura del locale, che adesso dovrebbe essere sorvegliato in modo più puntuale, anche per evitare ulteriori episodi di vandalismo.
Il locale infatti era stato sistemato e rimesso a nuovo di recente.
L’amministrazione si appella agli utenti chiedendo il rispetto di quello che è un bene pubblico.

Anna Campaniello

Nella foto:
Il toner della stampante della sezione microfilm della Biblioteca di Como è esaurito da oltre 3 settimane e per gli utenti è impossibile stampare i documenti di cui hanno bisogno
23 gennaio 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto