Il turismo lariano tenta di non perdere il treno di Expo 2015

alt

Ieri mattina un convegno a Villa del Grumello
Il direttore di “Explora” incontra gli operatori del settore chiedendo loro di investire

(a.cam.) «Expo 2015 è una grande opportunità per Como, ma avere un magnifico lago non basta più. Per attrarre i turisti non si può essere soltanto belli, occorre avere un’offerta valida e competitiva. Non possiamo più aspettare il turista, dobbiamo cercarlo e portarlo sul nostro territorio». Josep Ejarque, direttore generale della società Explora, è intervenuto ieri a Villa del Grumello per presentare agli operatori turistici lariani l’ente da lui diretto, una sorta di braccio operativo

in vista dell’esposizione universale. La società, nata dall’alleanza tra Camere di Commercio lombarde, Regione ed Expo, è stata creata per integrare l’offerta turistica e aumentare la competitività del territorio a livello internazionale.
«Dobbiamo farci trovare pronti per il 2015 e siamo ancora in tempo – ha detto Ejarque – Expo non deve essere un obiettivo, un punto di arrivo, ma l’inizio di una crescita e di un rilancio del turismo. Partire con maggiore anticipo sarebbe stato meglio – ha aggiunto – ma abbiamo il tempo per sfruttare l’occasione perché, nella maggior parte dei casi, il turista decide al massimo sei mesi prima dove e come trascorrere le vacanze e possiamo quindi ancora farci trovare pronti. L’importante è prepararsi e colmare le lacune».
Il direttore di Explora ha spronato gli operatori a seguire «un approccio innovativo al tema del turismo e del viaggio. Per accrescere la propria visibilità e conquistare nuovi spazi, oggi bisogna essere trasversali e motivare il turista – ha sottolineato Ejarque – La concorrenza è alta e per attirare il visitatore sono necessarie innovative strategie e lo sviluppo di opportunità diverse. Non è più sufficiente dire “sono qui e sono bello”. Occorre offrire un servizio rivolgendosi a tipologie specifiche di turisti, ad esempio, a chi ama la bicicletta oppure a chi ha la passione delle escursioni e delle camminate».
L’incontro con Ejarque è stato uno degli appuntamenti clou nell’ambito di un’iniziativa più ampia – Pure Morning Tourism – dedicata al turismo e organizzata dalla Camera di Commercio e da Sistema Como 2015. Una giornata di avvicinamento a Expo 2015 con la presentazione di iniziative come la guida “Ville e Glamour” e l’opuscolo sugli itinerari del cineturismo. Presentati ieri anche TTT Tourism Think Tank, l’evento per gli operatori della filiera turistica, e Travel Mart for Expo 2015, un evento in programma nell’agosto prossimo a Villa Erba.
«Negli ultimi anni il settore turistico è completamente cambiato – ha detto Andrea Camesasca, componente della giunta della Camera di Commercio di Como – Dobbiamo partire dalla consapevolezza di quello che abbiamo e di cosa possiamo offrire. Il lavoro di Explora è importante e la regione ha un ottimo sistema turistico, ma deve essere chiaro che “Lombardia” non può essere il brand di richiamo. Per attirare il turista dobbiamo sfruttare il “marchio” Lago di Como o Milano. Dobbiamo lavorare per mettere in campo un prodotto che possa essere davvero efficace».

Nella foto:
A destra, Josep Ejarque, direttore generale della società Explora, ieri a Villa del Grumello insieme con Andrea Camesasca (foto Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.