Il tweet di Spallino contro Falsone: «A volte viene voglia di realizzare parcheggi al confine con San Fermo»

alt

Prosegue il botta e risposta sul Sant’Anna

(a.cam.) In attesa dell’eventuale convocazione di un nuovo tavolo istituzionale, la polemica tra i Comuni di Como e San Fermo della Battaglia per i parcheggi e l’anagrafe dell’ospedale Sant’Anna si sposta su Twitter. Scegliendo la strada dell’ironia, l’assessore all’Urbanistica di Palazzo Cernezzi, Lorenzo Spallino, ha affidato a un cinguettio il suo sfogo: «A volte viene voglia di realizzare dei parcheggi al confine con San Fermo?». Una sfida, insomma, a colpi di posti auto. Una considerazione

condivisa sul social network dall’esponente della giunta di Palazzo Cernezzi dopo l’ennesimo botta e risposta che, venerdì scorso, ha visto l’uno contro l’altro il sindaco di San Fermo, Maurizio Falsone, e l’assessore del Comune di Como Marcello Iantorno.
Per l’ennesima volta, il primo cittadino di San Fermo ha ribadito la chiusura netta della sua amministrazione a qualsiasi ipotesi di revisione dell’accordo di programma firmato nel 2003. Il documento prevede che la gestione dei parcheggi sia affidata interamente al Comune sul quale sorge l’ospedale, che incassa anche tutti gli introiti.
Sul fronte dell’anagrafe, invece e delle pratiche che formalmente fanno capo al Comune di San Fermo si occupa in realtà il personale di Palazzo Cernezzi. «Ci sono irrazionalità che comportano costi importanti – ha fatto notare a questo proposito Iantorno – e che devono essere superate»
Venerdì scorso, in occasione della festa di Sant’Anna, l’assessore di Palazzo Cernezzi è così tornato a chiedere una revisione dell’accordo di programma sottoscritto dieci anni fa.
«Niente da fare – ha risposto Falsone – Sarebbe come se San Fermo dicesse che non vuole più l’ospedale Sant’Anna. I contratti non si cambiano in corso d’opera e tra l’altro non ce n’è alcun bisogno».

Nella foto:
L’ingresso dell’autosilo del nuovo ospedale Sant’Anna

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.