Il Vescovo invoca la luce di Cristo. Durante l’omelia del 24 la città si è unita in preghiera

È la luce splendida di Cristo, «luce che illumina il mondo», quella evocata dal vescovo di Como Monsignor Oscar Cantoni durante la sua omelia della vigilia di Natale. Passaggi significativi che hanno fatto stringere insieme i comaschi. «Il popolo che camminava nelle tenebre ha visto una grande luce. Ben si addice questa frase del profeta Isaia, proclamata in questa notte santa, quale immagine che mette a fuoco la situazione in cui tutti ci sentiamo coinvolti in questo periodo. Anche noi camminiamo nelle tenebre, espresse dalle varie forme di povertà, dalle guerre, dalla miseria causate dalle ingiustizie sociali, dalla violenza, a volte, anche solo verbale, per via telematica. Eppure Dio non ci lascia vagare nel buio delle nostre notti interiori, personali o collettive. Dio non si stanca, viene di nuovo a cercarci. Non permette che vincano le ombre della notte, cioè l’aggressività, il pessimismo, l’orgoglio, la rabbia: le vince e ci mette nelle condizioni di superarle», ha detto il vescovo. «Attraverso il figlio Gesù, Dio padre viene a liberarci da una vita colma di tensioni, di paure e di peccati, quando la speranza sembra essere soffocata. Le luci che in questo periodo abbagliano tutta la città non sono che una pregustazione della luce divina che in questa notte santa irrompe nelle tenebre e che vivifica il nostro animo mediante questa celebrazione eucaristica. È la luce splendida del Cristo, luce che illumina il mondo, luce che non si spegne, anche quando verranno meno tutte le altre luci», questi alcuni dei passaggi carichi di significato, pronunciati dal vescovo che nella mattinata della vigilia ha anche celebrato messa al carcere del Bassone. Intanto il prossimo appuntamento è quello fissato per il 31 dicembre alle 17 con la Santa Messa Pontificale in ringraziamento per l’anno trascorso e canto del Te Deum

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.