Erba, imbrattati Sant’Eufemia e la sede del Pd: due denunce

alt Episodi di vandalismo
Fermati dai carabinieri un 16enne e un 17enne residenti nella zona
Vandalismi su edifici di culto e sulle sedi di partiti politici. Episodi che sono avvenuti a Erba e che sono stati oggetti di una indagine dei carabinieri della cittadina brianzola, che ha portato alla denuncia a piede libero alla Procura dei minori di due ragazzi della zona (16 e 17 anni).
Secondo i militari, i due giovani sono ritenuti responsabili di aver imbrattato in più episodi, con scritte offensive effettuate con vernice spray, le sedi di partiti politici e luoghi di culto.
In particolare il

16enne e il 17enne, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, sarebbero gli autori delle scritte apparse il 1° aprile sulle porte d’ingresso della sede del Pd di Erba, in via Diaz.
Le scritte, come spiegato nel comunicato diffuso dal comando provinciale, erano: “non è democrazia” e “morte allo stato e ai suoi servitori”.
Oltre a questo, i militari reputano i due ragazzi autori anche delle scritte apparse, lo scorso 25 maggio, sul portone d’ingresso della chiesa di Sant’Eufemia. In questo caso lo sfregio era “Satana”, con una stella cerchiata.
I carabinieri spiegano inoltre: «È in corso la valutazione di eventuali responsabilità in riferimento a ulteriori episodi di imbrattamento verificatisi a Erba». E, nel loro comunicato, aggiungono: «Durante la perquisizione domiciliare nell’abitazione del sedicenne, i militari hanno rinvenuto e sequestrato alcune bombolette spray utilizzate per compiere gli imbrattamenti che – allo stato attuale – sembrano avere avuto la mera natura di atto vandalico».

Nella foto:
La chiesa di Sant’Eufemia a Erba, oggetto di vandalismo su cui si è soffermata l’indagine dei carabinieri

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.