Immobili di lusso sul Lario: cresce l’interesse dei russi
Economia

Immobili di lusso sul Lario: cresce l’interesse dei russi

I clienti russi sempre più interessati agli immobili di lusso del Lago di Como. Lo dimostrano i dati di Yandex, il principale motore di ricerca del Paese del presidente Vladimir Putin. Numeri che sono stati studiati e commentati da Giulio Gargiullo, esperto di digital marketing.
«Da uno studio che ho condotto personalmente grazie a dati Yandex – spiega l’esperto – notiamo il trend crescente di interesse da parte dei cittadini russi per il Lago di Como e gli immobili di prestigio».
«La predilezione – prosegue Gargiullo – è per immobili molto grandi per investimenti personali o aziendali. Forte importanza viene data alla storia dell’edificio stesso e all’architettura e al design ricchi».
Notevole importanza viene data anche alla location. «Deve offrire una vista unica ed esclusiva, possibilmente legata a celebrità o noti architetti o costruttori del passato o contemporanei. Viene richiesto, dai russi come dagli altri acquirenti, una location che garantisca esclusività, lusso ma assieme alla sicurezza dove si intende un connubio fra posizione, possibilità di spostamento, discrezione e possibilità di controllare il territorio».
L’impennata di interesse della clientela russa va a contestualizzarsi in una fase di crescita del turismo sul Lario, come spiegato nell’analisi effettuata da Gargiullo. Il turismo a Como ha segnato lo scorso anno un aumento di +7,1% in più rispetto lo stesso periodo dell’anno precedente (oltre 463.000 fra arrivi e presenze nei primi mesi del 2016). Le strutture ricettive lariane sono state frequentate da 144.000 (+6,2%) turisti italiani, mentre i turisti stranieri hanno fatto registrare 319.000 presenze (+7,5% rispetto allo stesso periodo del 2015). Ed è stato rilevato un forte interesse per gli immobili di prestigio. Sul Lario la principale domanda, su questo fronte, non giunge soltanto dalla Russia, ma anche da Germania, Svizzera, Stati Uniti, Francia, Danimarca e Paesi Bassi.
Prosegue Gargiullo: «È importante intercettare i turisti che vengono in queste zone in cerca del lusso, dell’esclusività e della classe italiana. È fondamentale quindi sfruttare il grande richiamo del territorio a livello internazionale e non solo, per portare turisti e clienti verso certamente le strutture alberghiere, turistiche, ma anche verso le aziende e far scoprire i luoghi d’eccellenza ancora non noti a tutti».
«In questo senso – sostiene ancora l’esperto – è importante far conoscere al turista o al potenziale cliente, già dalla sua partenza dalla nazione di origine, le attività già che dovrà visitare, comunicandole già molto prima della sua partenza, in modo che l’ospite venga totalmente informato e fidelizzato circa l’attività e le persone che incontrerà».
Quale può essere dunque la proposta più efficace? «Proporre servizi esclusivi e pianificare ogni cosa, il tour deve essere prestabilito, senza sorprese. Questo è particolarmente importante oggi nei cosiddetti “high spender”, i turisti o i clienti con budget superiori alla media, in cerca di lusso ed esclusività».
M.Mos.

19 gennaio 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto