Impennata Covid, stretta su visite e attività ospedali sardi

Misure restrittive in 6 presidi tra Cagliari e Gallura

(ANSA) – CAGLIARI, 02 SET – L’aumento della curva dei contagi da Covid-19 mette a rischio gli ospedali sardi e costringe le autorità sanitarie a intervenire con una nuova stretta. Così a partire da domani verranno sospese temporaneamente le visite dei parenti dei pazienti ricoverati nei tre presidi dell’azienda Brotzu di Cagliari: San Michele, Microcitemico e Businco. "Sino a diversa disposizione di questa direzione generale – spiega il commissario straordinario del Brotzu Paolo Cannas – l’accesso è temporaneamente sospeso, per il tempo strettamente necessario alla comprensione dell’evoluzione della curva epidemiologica. Sarà oggetto di valutazione da parte dei direttori di stabilimento ospedaliero la concessione di deroghe rispetto a casi specifici ove è imprescindibile la presenza di un visitatore. Il divieto di ingresso è esteso anche agli informatori scientifici. Dal sud al nord dell’Isola, dove si sono registrati i maggiori focolai legati alla movida di Ferragosto. L’Ats ha infatti già congelato di nuovo attività e prestazioni (se non urgenti) negli ospedali di Olbia, Tempio e La Maddalena, oltre ad aver sospeso le visite. Saranno garantite le prestazioni per i pazienti oncologici e tutti i servizi essenziali, sul resto si ritorna, seppure provvisoriamente, alle misure più severe che hanno bloccato per mesi l’attività sanitaria. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.