Imprenditore bosniaco nasconde 145mila euro in auto

(a.cam.) Un imprenditore di 35 anni di origini bosniache è stato sorpreso al valico di Brogeda mentre trasportava, senza dichiararli, circa 144mila euro e un migliaio di franchi svizzeri.

L’uomo è stato fermato martedì pomeriggio per un controllo dai militari del gruppo della guardia di finanza di Ponte Chiasso, in collaborazione con i funzionari doganali. L’uomo era in viaggio con un connazionale dalla Svizzera verso l’Italia a bordo di una Mercedes-Benz GL 350 con targa elvetica.

Ha detto di non avere nulla da dichiarare, ma i segnali di nervosismo e titubanza nel rispondere alle domande non sono passati inosservati ai finanzieri, che hanno deciso di procedere con un controllo più accurato. All’interno della vettura, gli uomini delle fiamme gialle hanno scoperto due buste sottovuoto all’interno del bagaglio a mano dell’uomo nelle quali erano contenute banconote di grosso taglio per 144mila euro e 1.030 franchi svizzeri per un controvalore complessivo di circa 144.900 euro non dichiarati. Come previsto, è stato sequestrato immediatamente il 50% del denaro trasportato eccedente la soglia ammessa per legge, pari a 67.500 euro, in attesa che il ministero dell’Economia definisca la sanzione da applicare, variabile dal 30 al 50% della somma trasportata illecitamente.

Articoli correlati