Imprenditore fermato in dogana con 61.500 euro in contanti

Al valico di Brogeda
Non si ferma il fiume di denaro che attraversa il confine con la vicina Confederazione svizzera. La guardia di finanza di Como ha fermato martedì scorso un imprenditore del Veneto con 61.500 euro in contanti a bordo della sua auto di lusso. I finanzieri di Ponte Chiasso, in servizio di vigilanza al valico autostradale di Como-Brogeda, li hanno trovati a bordo della sua Jaguar con cui stava facendo il suo ingresso in territorio italiano.
L’uomo ha assicurato le forze dell’ordine di non

trasportare né merci né valuta, ma la realtà era ben diversa. Infatti, da un accurato controllo sono spuntate ben 98 banconote di vario taglio da 500, 100 e 50 euro. Erano occultate nelle tasche interne della giacca del conducente, per un totale complessivo, come detto, di 61.500 euro non dichiarati. Del denaro trasportato illecitamente (ovvero quello eccedente i 9.999 euro fissati dalla normativa) è stato sequestrato immediatamente il 50%, per un importo pari a 25.750 euro, in attesa che il ministero dell’Economia e delle Finanze definisca la sanzione, oggi variabile dal 30 al 50% della somma irregolarmente trasportata.

Nella foto:
Le forze dell’ordine con le banconote sequestrate all’imprenditore veneto

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.