Imu, a Como si paga anche sui terreni agricoli entro il 26 gennaio

Alzate Brianza, siccità, terreno arido, agricoltura in crisi per carenza piogge, siccità.I terreni agricoli ubicati nel Comune di Como sono soggetti a Imu a decorrere dall’anno d’imposta 2014, come stabilito dal Decreto 28 novembre 2014 del Ministero dell’Economia e delle Finanze (pubblicato in G.U. Serie Generale n. 284 del 6-12-2014 – Suppl. Ordinario n. 93). Ai fini Imu, sono classificati come “terreni agricoli” tutti i terreni che non sono edificabili e quelli che non sono di pertinenza di unità immobiliari. Sono, pertanto, da considerarsi agricoli, oltre ai terreni coltivati, anche quelli incolti, inutilizzati o boschivi. Il pagamento Imu, per l’intero anno 2014, dovrà essere effettuato entro il 26 gennaio 2015. Il consiglio dei Ministri, infatti, con decreto del 12/12/2014, ha prorogato dal 16 dicembre 2014 al 26 gennaio 2015 il termine ordinario per il pagamento dell’Imu per i terreni agricoli per i comuni che fino al 2013 erano considerati esenti. Il pagamento dovrà essere effettuato mediante modello F24, utilizzando il codice tributo n. 3914 ed applicando l’aliquota del 9,6 per mille.
Calcolo della base imponibile
Per i terreni agricoli, anche non coltivati, posseduti e condotti da coltivatori diretti e da imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola (Iap), il reddito dominicale risultante in catasto, deve essere rivalutato del 25% e, poi, moltiplicato per 75 (art. 1, comma 707, lett. c, della legge 147/2013); per gli altri terreni agricoli, nonché per quelli non coltivati, incolti o boschivi, il reddito dominicale è prima rivalutato del 25% e, poi, moltiplicato per 135.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.