Cronaca

Imu, Brunate è nell’elenco «Ma la confusione è totale»

altIl caso esemplare

(f.bar.) A rischio stangata anche i cittadini di Brunate. L’incubo Imu potrebbe infatti tornare ad agitare i sonni degli abitanti del paese, che rientra nell’elenco dei 45 comuni potenzialmente coinvolti, a gennaio, nel pagamento di parte dell’imposta sull’abitazione principale. «L’intenzione è di non massacrare di tasse i nostri abitanti – esordisce il primo cittadino di Brunate, Davide Bodini – Cercheremo di non incidere sui brunatesi, pur sapendo che siamo in quell’elenco». Regna dunque

l’incertezza. «Non abbiamo ancora informazioni chiare su quanto potrebbe accadere. Non c’è chiarezza sui numeri eventuali che potrebbe produrre una simile operazione. Non abbiamo inoltre ancora capito se e quanto verrà a costare». Partendo in ogni caso dal presupposto che chi sarà eventualmente chiamato a saldare una quota Imu avrà il contributo statale in misura del 50% della somma. «Prendiamo tempo. Solo quando ci chiariranno le idee, procederemo. Per ora siamo fermi. In giunta non intendiamo discutere del tema senza avere tutte le informazioni necessarie. Faremo il possibile per non gravare sulle tasche dei cittadini», conclude Davide Bodini.

Nella foto:
I brunatesi, a gennaio, potrebbero essere costretti a pagare una parte dell’Imu
30 novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto