In banca con l’impermeabile: scatta l’allarme

altPsicosi rapina in Brianza

Allarme rapina ieri a mezzogiorno alla filiale della Banca Intesa San Paolo di Cabiate.
Ma, secondo i primi riscontri effettuati sul posto dai carabinieri, non ci sarebbe affatto la certezza che quello andato in scena possa essere stato un tentativo di assalto. La cronaca parla di un uomo con un impermeabile e un cappello in testa, “armato” di ombrello – divisa tra l’altro abbastanza comprensibile in queste settimane di pioggia praticamente ininterrotta – intento ad entrare in banca all’ora

di pranzo. Bloccato nella porta di ingresso, non avrebbe saputo fornire spiegazioni sulla sua presenza e sul perché di quella visita, tanto da insospettire una dipendente che ha deciso di non aprire l’ultimo sportello di accesso all’istituto di credito. E questo nonostante le rassicurazioni dell’uomo dall’impermeabile che alla fine è stato costretto a desistere e ad allontanarsi sulla sua automobile. Nel frattempo era già scattato l’allarme rapina. Dal numero di targa rilevato dai dipendenti e girato ai carabinieri della Tenenza di Mariano Comense, sarebbe emersa l’identità di un insospettabile padre di famiglia senza alcun precedente. All’apparenza, in più, l’uomo non aveva nemmeno armi. Il che non farebbe pensare ad un tentativo di rapina. Anche se la riprova non ci sarà mai e nel dubbio, come richiesto più volte dalle autorità, meglio avvisare le forze dell’ordine. Anche perché, se l’uomo non avesse avuto davvero nulla da nascondere, avrebbe potuto tranquillamente aspettare qualche attimo in più.

Nella foto:
La caserma della Tenenza di Mariano Comense

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.