In galleria come sotto un temporale. Sopralluogo dei vigili del fuoco

altLa replica dell’Anas: «C’è un cantiere aperto ma nessun rischio»
«Rischi non ce ne sono. I lavori proseguono come previsto».
L’Anas è perentoria e soprattutto tranquilla, ma i cittadini di Cernobbio ieri mattina – al contrario – si sono preoccupati e hanno chiesto l’intervento dei vigili del fuoco.
Oggetto delle verifiche è stata la galleria che in questi mesi è al centro dei lavori di sistemazione che termineranno a giugno.
A scatenare la preoccupazione di chi quotidianamente passa sotto il tunnel, sono state le eccessive infiltrazioni

che nelle ultime ore avevano reso l’asfalto simile a una piscina in seguito a una fitta e ininterrotta pioggia. Un po’ troppo rispetto al solito, ritenevano gli automobilisti e i motociclisti, questi ultimi soprattutto messi in difficoltà dalle buche scavate nelle corsie e completamente ricoperte dall’acqua.
Così, ieri mattina, alle 10.30, i vigili del fuoco, allertati dalla chiamata di un cittadino, hanno deciso di verificare recandosi sul posto con un mezzo.
In contemporanea è stata anche allertata l’Anas, competente sullo stato della galleria di Cernobbio. Il sopralluogo è proseguito fino alle 12 quando il mezzo ha fatto rientro in caserma senza notare nulla di anomalo, se non un telo staccato all’ingresso della galleria che convogliava molta acqua in un punto.
Nel pomeriggio è poi giunta anche la replica dell’Anas: «Il tunnel è sotto cantiere fino al prossimo giugno proprio per limitare le infiltrazioni – hanno fatto sapere – ma non ci sono rischi per alcuno e lo dimostra l’assenza di limitazioni alla viabilità». La chiosa è però nostra: vista comunque la presenza di abbondante acqua in galleria, meglio procedere con prudenza.

M.Pv.

Nella foto:
Il passaggio di un’auto nella galleria di Cernobbio con molta acqua sull’asfalto

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.