In Valtellina a cercare funghi, cade e muore 66enne di Mariano

La vittima si chiama Augusto Ciceri
Scivolata fatale per un cercatore di funghi di Mariano Comense, morto ieri mattina durante un’escursione in Valtellina, in una zona boschiva del territorio di Berbenno. L’uomo, 66 anni, con alcuni amici era andato di buon mattino in provincia di Sondrio per raccogliere porcini. Attorno alle 9.30 l’incidente che gli è costato la vita.
Augusto Ciceri, residente con la famiglia a Mariano Comense, aveva deciso di approfittare della bella giornata per un’escursione in montagna alla
ricerca di funghi, una delle sue più grandi passioni. Si era organizzato con alcuni amici con i quali condivideva lo stesso hobby e di buon mattino era già in Valtellina.
La località scelta per l’escursione era Prato Maslino, nel comune di Berbenno. Attorno alle 9.20, mentre Ciceri camminava lungo un sentiero nel bosco, per cause ancora in fase di accertamento ha perso l’equilibrio ed è scivolato per un centinaio di metri. Sembra che i primi a dare l’allarme siano stati gli amici che erano con il 66enne.
Trattandosi di un luogo impervio, a Berbenno sono intervenuti gli esperti del Soccorso alpino di Sondrio. In Valtellina è stato inviato anche l’elicottero del 118 di Como. Per i soccorritori non è stato facile raggiungere il punto in cui era precipitato lo sfortunato escursionista. Quando i soccorritori hanno raggiunto Ciceri, per il 66enne marianese non c’era già più nulla da fare. L’uomo è morto probabilmente sul colpo per le conseguenze della caduta. Il corpo dell’escursionista è stato recuperato e trasferito in ospedale a Sondrio, in attesa dell’eventuale autopsia che potrebbe essere disposta dalla procura.
Augusto Ciceri, a lungo dirigente della società di calcio femminile Real Amatese, era conosciuto a Mariano, dove viveva con la famiglia.
La notizia della sua morte si è diffusa ieri e molte persone hanno testimoniato solidarietà ai parenti dell’uomo.
Esattamente una settimana fa, una tragedia analoga era costata la vita a un altro appassionato cercatore di funghi comasco, Carlo Scheggia, pensionato di 78 anni di Grandola ed Uniti.
L’uomo è caduto e morto nei boschi vicino a casa dopo un volo di una ventina di metri. Era uscito solo per un’escursione, come era abituato a fare spesso. Non vedendolo tornare, i familiari avevano dato l’allarme facendo scattare le ricerche.

Anna Campaniello

Nella foto:
Un’immagine di Prato Maslino, nel territorio di Berbenno, dove è morto Ciceri

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.