Inaugurato il Salone del Mobile. Fermi allo stand dell’Enaip di Cantù
Economia

Inaugurato il Salone del Mobile. Fermi allo stand dell’Enaip di Cantù

Alessandro Fermi (al centro) allo stand dell’Enaip di Cantù

«Il design e l’arredo sono i motori dell’economia lombarda, di quella brianzola e comasca in particolare, e il Salone del Mobile rappresenta la vetrina migliore per le proposte più innovative del settore. È bello pertanto che qui trovino spazio e visibilità anche l’inventiva e la creatività dei nostri giovani. Alle nostre imprese spetta il compito di valorizzarli e saper cogliere dai nostri centri di formazione professionale spunti e contributi per migliorare la propria produzione e renderla sempre più competitiva sui mercati internazionali». Sono le parole rivolte oggi dal presidente del consiglio regionale, Alessandro Fermi, agli allievi del quarto anno del corso di Tecnico del Legno dell’Enaip di Cantù, presenti al Salone del Mobile con un’esposizione di prodotti da loro realizzati.

Fermi, al termine della cerimonia di inaugurazione della 57ª edizione del Salone, in corso fino a domenica nei padiglioni di Fiera Milano a Rho, ha tagliato il nastro dello stand allestito dalla scuola professionale canturina in collaborazione con la Cometa di Como, l’Ipsia di Lissone, l’Afol Terragni di Meda e il Centro Cnos-Fap dei Salesiani di Arese. Un’iniziativa, ospitata nei padiglioni 9 e 11, che si inserisce nell’ambito del progetto Brianza Design Formazione e che per il quarto anno consecutivo presenta al Salone i migliori prodotti realizzati dagli alunni dei cinque istituti di formazione professionale specializzati nel settore del legno, del design e dell’arredo.

«Nell’ambito del tema delle architetture – ha spiegato la direttrice dell’Enaip di Cantù, Ilenia Brenna – quest’anno abbiamo scelto la libreria come soggetto di riferimento del nostro project work: i ragazzi delle cinque scuole, in accordo con i docenti, hanno così realizzato il disegno tecnico del soggetto proposto».
Promotore di questa collaborazione tra istituti formativi e imprese del territorio legate all’arredo e al design è stato Maurizio Riva, titolare della storica azienda Riva1920 Industria Mobili di Cantù e ideatore del Museo del Legno: «Le scuole di formazione di questo settore  devono fare rete in modo sempre più forte –sottolinea Maurizio Riva-, non solo in Lombardia, ma anche con gli altri distretti del legno come quello pesarese e quello veneto. E devono collegarsi e integrarsi sempre di più con il territorio e con le associazioni di categoria come Federlegno, così che i migliori allievi possano trovare più facilmente sbocchi professionali qualificanti».
Tornando al Salone, sono un’ottantina le aziende comasche del settore dell’arredo e del design che espongono nei padiglioni di Fiera Milano fino al 22 aprile. In tutto, gli espositori sono oltre 2mila. Da oggi a domenica sono attesi più di 300mila visitatori, provenienti da 165 Paesi di tutto il mondo. Il Salone del Mobile sarà aperto agli operatori tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30. Nelle giornate di sabato e domenica spalancherà le proprie porte anche al pubblico.

17 aprile 2018

Info Autore

Marcello Dubini

Marcello Dubini mdubini@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto