Incendio in casa: 44enne di Lanzo in rianimazione

Nella notte di domenica
È stato trovato steso sul pavimento. Il rogo partito forse da una sigaretta
Si è addormentato, probabilmente con la sigaretta accesa. Quando ha capito quanto stava avvenendo, ormai era troppo tardi. Un 44enne di Lanzo Intelvi, residente in via Volta, ha rischiato seriamente di morire in seguito alle esalazioni causate dall’incendio della sua abitazione. La vittima, soccorsa sul posto dal 118 e dai vigili del fuoco, è stata trasportata con l’elisoccorso all’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia dove rimane ricoverato in rianimazione e in prognosi riservata. Ai medici, per sbilanciarsi sulle condizioni, servono altre 24 ore in cui il paziente sarà tenuto costantemente sotto osservazione.
La vicenda risale alla serata di domenica in Valle Intelvi. Intorno a mezzanotte, in via Volta a Lanzo, si sviluppa un incendio.
La segnalazione arriva ai carabinieri della stazione del paese e ai vigili del fuoco che intervengono con quattro mezzi partiti da Como e da Menaggio.
All’arrivo dei soccorsi, l’uomo – residente nell’abitazione – è già disteso a terra in condizione di semi incoscienza.
Da una prima ricostruzione dell’accaduto, ancora parziale, pare che a scatenare il rogo sia stata una sigaretta rimasta accesa mentre l’uomo era andato a letto. Fatto questo che lascia presupporre una presa di coscienza di quanto stava avvenendo e un tentativo di alzarsi dal letto prima di cadere a terra in seguito al fumo e al monossido di carbonio respirato. L’arrivo immediato dei soccorsi, tuttavia, ha scongiurato il peggio.
Il 44enne è stato caricato sull’elisoccorso del 118 – nel frattempo allertato dell’accaduto – e trasportato d’urgenza all’ospedale Sant’Anna. Ai vigili del fuoco è toccato invece spegnere le fiamme.
L’uomo è stato ricoverato in Rianimazione all’ospedale di San Fermo della Battaglia dove dalla sera del rogo è in osservazione. Solo oggi i medici potranno essere più precisi sulle sue condizioni. Da quanto è stato possibile apprendere, la vittima non avrebbe riportato ustioni in alcuna parte del corpo. A preoccupare è dunque solo il fumo inalato e che l’ha portato a perdere conoscenza. La ricostruzione dell’accaduto è stata affidata, come detto, ai carabinieri della stazione di Lanzo Intelvi. Pare comunque certo che il tutto possa essere partito da un mozzicone di sigaretta non spento bene. Una distrazione che avrebbe potuto costare carissima al 44enne lariano.

M.Pv.

Nella foto:
L’intossicato dal fumo sprigionato dall’incendio è stato trasportato al Sant’Anna con l’elisoccorso. La prognosi è riservata

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.