Incendio nella zona del Cornizzolo. Coldiretti: «Danno ambientale irreparabile. Si trovino i colpevoli»

Fiamme sui monti alle spalle di Canzo poche notti fa, un rogo impressionante. La Coldiretti Como Lecco, attraverso il presidente Fortunato Trezzi e il direttore Raffaello Betti, ha sottolineato «il proprio grazie a tutte le persone che si sono impegnate per domare l’incendio». Ma allo stesso tempo chiede di «fare assoluta chiarezza sulle dinamiche di un rogo che poteva avere conseguenze ancora più gravi dell’irreparabile danno ambientale provocato: va ricordato che si tratta di una zona importantissima per la biodiversità montana, che alterna pascoli a boschi di faggio, tiglio, larice, abete rosso, pino e acero montano, oltre a una varietà di specie botaniche di altrettanto rilievo».

Gli incendi provocano danni incalcolabili dal punto di vista ambientale. «Occorre creare le condizioni affinchè si valorizzino funzioni di sorveglianza, manutenzione e gestione del territorio che possono coinvolgere gli stessi imprenditori agricoli», è la chiosa di Coldiretti.

Articoli correlati