Inchiesta Open: riesame si riserva

In aula difensori Bianchi

(ANSA) – FIRENZE, 16 DIC – Il tribunale del riesame di Firenze si è riservato la decisione sui ricorsi presentati contro i sequestri effettuati dalla guardia di finanza nell’inchiesta della procura di Firenze sulla fondazione Open. L’ex presidente della fondazione Alberto Bianchi, difeso dall’avvocato Nino D’Avirro, ha rinunciato al ricorso in udienza. Hanno portato invece avanti il ricorso coi loro legali Marco Carrai e alcuni dei finanziatori di Open perquisiti ma non indagati, tra cui esponenti della famiglia Aleotti e l’imprenditore Davide Serra. L’udienza di questa mattina era per discutere i ricorsi contro i sequestri di documenti e supporti informatici presentati dai difensori di Alberto Bianchi e Marco Carrai, indagati nell’ambito dell’inchiesta della procura di Firenze sulla fondazione Open, e da alcuni dei finanziatori della fondazione perquisiti dalla finanza nell’ambito delle indagini. La discussione si è tenuta in camera di consiglio, cioè a porte chiuse.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.