Incidente aereo sul lago: si ribalta con l’ultraleggero poco dopo il decollo

È finito con il proprio velivolo nelle acque del Lago di Como, di fronte a Mandello del Lario, in frazione Olcio. Per motivi e cause che ora toccherà ad una apposita inchiesta appurare. Paura questa mattina, poco prima delle 10.30, per un ultraleggero idrovolante che era decollato dall’Aviosuperficie Kong a sud di Lecco pochi minuti prima, alle 10.15.

Il pilota che era a bordo – sul velivolo non c’erano passeggeri – è stato soccorso e portato a riva. Non sarebbe in gravi condizioni. Si tratta di un 59enne brianzolo che è stato trasportato in codice giallo all’ospedale di Lecco per problemi di ipotermia.

Sul posto polizia, carabinieri e vigili del fuoco, oltre agli uomini dell’Aero Club di Como che hanno prestato il loro aiuto nelle operazioni di soccorso fornendo ai vigili del fuoco supporto logistico.

Appena appresa la notizia dell’accaduto, infatti, un gommone è partito dall’Hangar di Como e ha raggiunto il punto dell’incidente, lavorando in supporto ai vigili del fuoco e recuperando l’ultraleggero che è stato trainato fino al Moregallo. La dinamica dell’accaduto è al vaglio. Nulla al momento viene escluso. L’ammaraggio comunque non era previsto in quel punto.

A lanciare l’allarme sarebbe stata una signora che avrebbe assistito dalla riva a quello che è poi accaduto. Il pilota è stato tratto in salvo da due giovani che hanno raggiunto in barca il punto dell’incidente. Era cosciente ma in ipotermia per la permanenza nelle acque del lago.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.