Incidente di Inverigo: la tratta riaperta al traffico ferroviario. L’inchiesta della Procura di Como

incidente ferroviario a Carimate sulla linea Milano Asso

Nel corso della notte è stata riaperta la tratta ferroviaria Asso-Seveso-Milano, rimasta interrotta ieri per l’incidente ferroviario avvenuto ad Inverigo. Sette persone trasportate all’ospedale, una quarantina quelle medicate sul posto: è il bilancio dello scontro frontale fra due treni avvenuto poco prima delle 19 alla stazione del paese brianzolo.

La dinamica del grave incidente è ancora in fase di ricostruzione. Trenord ha annunciato l’apertura di un’indagine interna. La Procura di Como, subito informata dello scontro ha aperto un fascicolo, coordinato dal pubblico ministero Daniela Moroni. In serata ieri è intervenuto anche il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli, che ha annunciato l’invio degli ispettori e ha sottolineato la mancanza, in quel tratto, del sistema di sicurezza Scmt, “una tecnologia – ha precisato l’esponente del governo – che avrebbe impedito lo scontro”. Dalle prime informazioni infatti, stando anche a un comunicato di Trenord, il macchinista del convoglio in partenza verso Asso “avrebbe lasciato la stazione con il semaforo rosso”.

“Desidero ringraziare tutti gli operatori che ieri si sono prodigati 
affinchè tutto fosse pronto per assistere e curare un elevato numero di 
feriti – sottolinea Fabio Banfi, direttore generale di Asst Lariana, riferendosi all’opera svolta dai sanitari dell’ospedale Sant’Anna – Fortunatamente le conseguenze dell’incidente ferroviario sono state meno gravi di quanto ipotizzato nei momenti immediatamente successivi all’impatto tra i due convogli, ma il nostro ospedale ha dimostrato in questo frangente una capacità di reazione eccellente. Desidero inoltre ringraziare tutto il personale clinico e dedicato all’assistenza – prosegue – che si è impegnato a garantire la propria presenza e il proprio supporto ai colleghi del Pronto Soccorso dando la disponibilità anche oltre l’orario di fine turno. E’ stata garantita una risposta in tempi brevissimi, secondo il nostro piano di emergenza”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.