Incidente mortale in galleria: disposta l’autopsia

Incidente mortale Dongo

La Procura di Como, su richiesta del pubblico ministero di turno Alessandra Bellù, ha disposto l’autopsia sul corpo del motociclista di 47 anni, residente a Canzo, morto domenica nel primo pomeriggio dopo un incidente avvenuto in Altolago, nei pressi dell’uscita della galleria tra Cremia e Dongo.
Andrea Colombo, questo il nome della vittima, avrebbe fatto tutto da solo in un punto che già in passato aveva registrato incidenti molto gravi.
Il motociclista avrebbe perso il controllo della sua moto rossa di grossa cilindrata, cadendo a terra e riportando ferite gravissime che gli sono state fatali.
Inutile ogni intervento di soccorso, sia da parte dell’automedica sia da parte delle ambulanze arrivate a sirene spiegate.
I sanitari hanno potuto solo constatare il decesso. La moto, dopo la caduta del centauro, avrebbe proseguito la propria corsa per decine di metri.
A Dongo sono arrivati anche i vigili del fuoco, che hanno dovuto mettere in sicurezza l’asfalto e liberare la galleria che è stata momentaneamente chiusa. La dinamica dell’incidente è invece al vaglio dei militari della compagnia di Menaggio dei carabinieri. Come detto, tuttavia, ci sarebbero pochi dubbi su quanto avvenuto.
La moto non sarebbe stata toccata da altre automobili. Il 47enne avrebbe fatto tutto da solo, finendo prima contro il muro della galleria poi sull’asfalto.
Le indagini sono comunque ancora in corso e passeranno anche dall’autopsia che, come detto, la Procura di Como ha affidato all’anatomopatologo. Solo in seguito verrà dato il nulla osta per le esequie e il corpo del motociclista di Canzo verrà restituito ai parenti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.