Incidente nella notte, nei guai il minorenne alla guida

alt In via per Cernobbio a Como
Il 17enne aveva preso l’auto all’insaputa della madre ed è risultato in stato di ebbrezza

La madre non sapeva nulla. L’idea di prendere l’auto per farsi un giro – nonostante la minore età – era stata solo del figlio di 17 anni. La bravata potrebbe ora costare molto caro al giovane in quanto non solo, nel pieno della notte, si è reso protagonista di un incidente stradale coinvolgendo un’altra vettura, ma addirittura al controllo di alcol nel sangue è poi risultato oltre i limiti di legge. Rimediando dunque una denuncia da parte della polizia stradale intervenuta per i rilievi, sia

per la guida in stato di ebbrezza sia ovviamente per essersi messo al volante senza patente.
La segnalazione è stata girata al Tribunale competente per i minorenni con sede a Milano. L’auto è stata invece sottoposta al fermo amministrativo.
Il tutto è avvenuto nel corso della notte (intorno alle 2.30), tra martedì e mercoledì, in via per Cernobbio a Como.
Il ragazzo, residente in città, avrebbe prima perso il controllo dell’auto che guidava (una Lancia Y in arrivo da Cernobbio) andando poi a sbattere contro un altro veicolo, una Mini condotta da una 32enne.
L’impatto è avvenuto nel punto dove via Bellinzona arriva nei pressi del parco di Villa Olmo.
La Lancia Y ha poi finito la sua corsa contro un muro. Sia il minorenne sia la donna al volante della seconda auto sono stati trasportati in ospedale per un controllo ma per fortuna le ferite non sono state giudicate gravi.
I rilievi sono stati affidati alla polizia stradale di Como che ha anche sottoposto il 17enne alla prova dell’etilometro.
L’esame di alcol nel sangue ha rilevato valori tra lo 0,80 e l’1,50, quando il limite è di 0,50.
Da qui la doppia denuncia alla Procura competente. Il tutto, come detto, all’oscuro della madre che non era dunque al corrente di quanto il figlio stava facendo.

M.Pv.

Nella foto:
Le due auto coinvolte nello scontro in via per Cernobbio: la Lancia Y guidata dal ragazzo (sopra) e la Mini condotta da una 32enne (a destra)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.