Incidente in pullman in Toscana. Paura e feriti lievi tra i parrocchiani di Albate

«I ragazzi stanno fortunatamente tutti bene», assicurano dall’agenzia proprietaria del pullman. Di certo dimenticheranno difficilmente però quella gita in Toscana i cinquanta giovani parrocchiani di Albate, uno dei più popolosi e attivi della Diocesi di Como. Giovani di età diverse, tra loro anche tanti animatori del Grest.
Ieri pomeriggio il loro tour si è chiuso dopo un drammatico incidente nell’Aretino, a Santa Mama, nel Comune di Subbiano. Una cinquantina le persone contuse e ferite, cinque i veicoli coinvolti, oltre all’autobus turistico, tre auto e un furgone.
L’autista del furgone pare sia l’unica persona in gravi condizioni. Il 118 ha attivato la procedura per le maxi emergenze, inviando numerose ambulanze. Tutti i pronto soccorsi della zona si erano preparati già poco dopo l’incidente a ricevere i feriti. Fortunatamente per trenta persone non è neppure stato necessario il trasporto in ospedale, ma soltanto alcune medicazioni in posto. Insieme con i soccorsi sanitari sono intervenuti anche vigili del fuoco, carabinieri e uomini della protezione civile.
I giovani comaschi, come anticipato, hanno riportato soltanto alcune contusioni. Ricoverato in condizioni serie all’ospedale di Careggi a Firenze, dove è stato portato in elicottero, il conducente del furgone.
Feriti, in modo leggero anche cinque automobilisti. Lo scontro è accaduto sulla regionale 71, nei pressi di Calbenzano nel Comune di Subbiano (Arezzo). Il pullman con i giovani di Albate era partito ieri mattina per un tour organizzato della Toscana e alle 16 era praticamente sulla via del rientro, quando è avvenuto lo scontro.
P.An.

Articoli correlati