Incidente sul lavoro: chieste due condanne

A PRESTINO
L’accusa ha chiesto tre mesi di condanna e la parte civile (rappresentata dall’avvocato Davide Monteleone) 100mila euro di risarcimento. Tutto per quell’incidente sul lavoro che il 16 ottobre del 2007 vide un muratore cadere dall’altezza di sei metri in un cantiere di Prestino. La vittima si salvò solo grazie ad una grande pozza d’acqua che ne attutì l’impatto con il suolo. Gli imputati sono il committente e il datore di lavoro. Venerdì è attesa la sentenza.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.