Incidenti a Varese: otto Daspo per i tifosi delle due squadre

Scontri a Varese prima della gara tra biancorossi e Como: otto Daspo (Divieto di accedere a manifestazioni sportive). Cinque ad altrettanti supporter del Varese, di durate variabili da uno a cinque anni. Provvedimenti ancora più pesanti per i tre ultras del Como 1907, diffidati rispettivamente per tre, quattro e sei anni.
Gli otto ultras sottoposti al provvedimento sono stati identificati dalle Digos grazie ai filmati delle telecamere: oltre a essere stati diffidati, sono stati anche denunciati, a vario titolo, per rissa e utilizzo di oggetti atti a offendere nell’ambito della manifestazione sportiva.
Varese Como era una partita temuta, sul fronte dell’ordine pubblico. Timori, purtroppo, che si erano rivelati fondati: a pochi minuti dall’inizio di Varese-Como (match vinto dai lariani 1 a 0) le due tifoserie si erano scontrate, e la partita era stata sospesa per qualche minuto.
Erano volati pugni, calci e schiaffi, colpi con i bastoni delle bandiere, erano stati lanciati fumogeni e petardi. Cinque minuti di follia, fino a che i poliziotti in tenuta antisommossa erano riusciti a raffreddato gli animi dei tifosi, permettendo all’arbitro di far riprendere il gioco.
Le conseguenze dell’episodio non colpiscono solamente gli otto tifosi diffidati, ma tutta la tifoseria lariana. Oggi, infatti, come è noto, per la terza volta il Como si troverà a giocare senza tifo: il prefetto di Varese (competente per territorio, visto che la partita si disputa a Caronno Pertusella) ha vietato la trasferta ai supporter dei biancoazzurri.

Articoli correlati