«Incredibile pari ad Arezzo, era una gara da vincere». Nino Balducci dopo l’1-1 in Toscana

Arezzo Como

«Incredibile. Era una partita già vinta». Nino Balducci, opinionista di Espansione Tv, commenta così il risultato del Como nella trasferta di Arezzo.
In vantaggio per 1-0 grazie alla rete di Alessandro Gabrielloni al 23’′ del primo tempo, i lariani sono stati raggiunti al 97’′ con il gol del toscano Lorenzo Tassi. Alla fine della frazione iniziale il portiere azzurro Davide Facchin aveva parato un rigore calciato da Aniello Cutolo (nella foto).
Con il punto conquistato in questa trasferta il Como rientra in zona playoff, al decimo posto, in coabitazione con Pro Patria e Pistoiese.
Domenica prossima al Sinigaglia arriva l’Olbia di mister Oscar Brevi, che a sorpresa ha superato per 2-1 la Carrarese. I sardi, infatti, sono ultimi in classifica alla pari con un Gozzano in caduta libera, la Carrarese è quarta con 39 punti, alle spalle della capolista Monza (60 punti), del Renate (43) e del Pontedera (42).
«Un punto in trasferta generalmente va bene – spiega ancora Balducci – ma non in questo caso. Come è possibile subire gol al 97’? Qualcuno magari dirà che io me la prendo sempre con l’allenatore, ma per me queste cose accadono quando mancano equilibrio e non c’è un assetto tattico ben definito. Non vorrei che qualcuno si fosse adagiato rispetto al fatto che questa viene considerata una stagione di transizione e che quindi si inizi già a pensare al torneo 2020-2021».
«Invece ci sono un campionato da giocare e i playoff da conquistare – aggiunge Balducci – Anche perché gli spareggi di fine stagione in passato al Como hanno già portato bene, come tutti i tifosi ben ricorderanno. Serve una riscossa immediata».
Nel prossimo turno, come detto, allo stadio Sinigaglia sarà ospite il fanalino di coda Olbia. «Da un lato – conclude Nino Balducci – dico che non si può pensare di non vincere contro l’ultima in classifica. Dall’altro penso che la partita sia insidiosa, visto che il Como, purtroppo, in questa stagione ha spesso sofferto le formazioni della parte bassa della classifica. E poi l’Olbia è guidato da un ex come Oscar Brevi che sarà senza dubbio motivatissimo, sia per il ritorno sul Lario, sia dopo la vittoria dello scorso fine settimana nella gara contro la Carrarese».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.